Mountain week: il contributo dei territori di montagna all’Expo di Milano

Scritto da   Lunedì, 13 Aprile 2015 16:00 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

Barbara Degani, Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare, è intervenuta su A Conti Fatti, trasmissione a cura di Economiacristiana.it, trasmessa dalle frequenze di Radio Vaticana Italia.

 

Sottosegretario Degani, non si può parlare di ambiente senza parlare dell’ecosistema montano. Ma perchè le montagne sono così importanti?
La montagna è indispensabile per ognuno di noi: le Alpi, ad esempio, forniscono acqua a 60 milioni di persone in Europa, a tutti coloro, cioè, che vivono nei territori pedemontani e di pianura intorno ad esse. Le foreste, inoltre, offrono un contributo fondamentale sia per contrastare i cambiamenti climatici sia per la stabilità idrogeologica. Senza dimenticare che questo ecosistema offre grandissima biodiversità.
 
Dal 4 all’11 giugno si svolgerà la Mountain week. Di cosa si tratta e come mai la scelta di organizzarla proprio nel corso di Expo?
Si è trattata di una decisione presa con la Convenzione delle Alpi durante la presidenza italiana. Lo scopo è quello di portare proprio all’’Expo una serie di eventi che riguardano la montagna: abbiamo creato un palinsesto di eventi dedicati al contributo dei territori di montagna, oltre alla realizzazione di un logo, MW, che rende riconoscibili questi eventi. Questi ultimi non sono realizzati solo dall’Italia ma anche da tanti paesi che partecipano all’Expo e che hanno deciso di aderire alla Mountain Week. Come Ministero dell’Ambiente, abbiamo deciso di curare l’evento di apertura e l’evento di chiusura. Alla Mountain week parteciperanno in partnership la Fao, la Convenzione dei Carpazi, l’Unep, l’Agenzia per l’Ambiente delle Nazioni Unite.
 
Gli eventi di apertura e chiusura della settimana saranno organizzati dal Ministero dell’Ambiente. Cosa farete nello specifico?
L’evento d’apertura sarà dedicato al tema della cooperazione transfrontaliera per i territori di montagna, attraverso due temi: sostenibilità alimentare e biodiversità. In questo contesto si presenteranno tutte le iniziative e gli accordi internazionali in materia di ambiente, agricoltura e commercio. L’obiettivo è quello di esplorare la potenzialità della cooperazione internazionale per i territori di montagna, valorizzare le iniziative nel campo della sostenibilità agroalimentare, della trasformazione e del commercio dei prodotti alimentari. L’11 giugno, invece, l’evento di chiusura sarà dedicato al Green marketing per i prodotti di montagna: verrà offerto uno spazio di visibilità soprattutto agli enti locali per presentare le loro eccellenze  territoriali. 
 
L’agricoltura di montagna che ruolo gioca nell’economia del Paese?
L’agricoltura di montagna ha un ruolo importante nell’economia del Paese. Abbiamo un territorio considerato montano per il 47,5% dell’intera superficie e la presenza, qui, di numerose aziende agrarie, il 31% del totale nazionale. Inoltre, l’agricoltura di montagna è un presidio fondamentale per la vita di molti territori rurali e quindi strategica per la stabilità idrogeologica. In Europa l’agricoltura di montagna vale 30 miliardi di euro e coinvolge moltissime aziende agricole di cui 280.000 sono italiane. 
 
La Mountain week sarà l’occasione per soffermarsi sul rapporto tutela ambientale e sviluppo economico sostenibile. Come si può realizzare nelle regioni di montagna?
Si può realizzare proprio nel settore food: la montagna è profondamente legata alla qualità del  prodotto, alla qualità del processo di produzione e all’ambiente naturale in cui questo processo si svolge ma anche alla storia e alla cultura della produzione. 
Letto 990 volte

Informazioni aggiuntive