Efficienza energetica, un software per misurarla

Scritto da   Martedì, 08 Aprile 2014 00:00 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)
Efficienza energetica, un software per misurarla

Nell'ambito del Piano d’Azione per la Sostenibilità Energetica (PAES) un comune in provincia di Vicenza, Torri di Quartesolo, mette a disposizione un software, il Web Gis. Sarà possibile conoscere, lo stato di salute energetico degli edifici del territorio, proponendo gli interventi da programmare per migliorarne l’efficienza

 

Il clima cambia, e così anche le strategie che si mettono in atto per contrastarne le conseguenze. Le buone pratiche, soprattutto quelle attuate dalle singole amministrazioni rappresentano, quindi, una soluzione ottimale per affrontare la complessità delle problematiche ambientali. In Italia non ce ne sono molte, ma quelle esistenti sono davvero degne di nota: una di queste è un Piano d’Azione per la Sostenibilità Energetica (PAES) progettato per Torri di Quartesolo un comune in provincia di Vicenza, best practice vincitrice del Premio degli Utenti della prima edizione del concorso Iccg, International Center for Climate Governance, “Cambiamenti Climatici e Resilienza Urbana” e del Premio A+Com di Alleanza per il Clima per il migliore  Piano d’azione per l’energia sostenibile (Paes)  italiano nella categoria 5.000 – 20.000 abitanti.

Ora il comune vicentino mette a disposizione un software, il Web Gis, scaricabile gratuitamente dal sito internet del municipio, che permette di conoscere, attraverso Google Earth, lo stato di salute energetico degli edifici del territorio, proponendo caso per caso gli interventi da programmare per migliorarne l’efficienza.

Ma vediamo più nel dettaglio la best practice veneta vincitrice. Il progetto è stato realizzato dallo studio Green Dev, studio di esperti in pianificazione energetica e ambientale di territori, enti locali e imprese e ha consentito l’ottimizzazione energetica e lo sviluppo delle energie rinnovabili raggiungendo un risparmio del 26% delle emissioni di CO2. La peculiarità di questo Piano d’Azione per la Sostenibilità Energetica, raccontano i due ideatori Diego Pellizzaro ed Emiliano Vettore, è che viene posto al centro di tutto il progetto la partecipazione e la comunicazione con la cittadinanza con l’obiettivo di rendere lo strumento il più implementabile possibile.

Gli strumenti utilizzati per comunicare con la cittadinanza sono stati essenzialmente due: comunicazione diretta tramite assemblee e comunicazione indiretta tramite un questionario energetico on line inviato ad ogni singola famiglia. In modo particolare con questo questionario si è potuto analizzare il consumo energetico di ogni singola famiglia realizzando infine una mappa della comunità. Capendo prima le caratteristiche degli edifici del comune e delle abitudini di consumo energetico delle singole famiglie si è potuto poi studiare un piano per l’ottimizzazione energetica e lo sviluppo delle energie rinnovabili.

Il secondo elemento che caratterizza questo Paes è proprio il Web gis: la mappa della comunità che è scaturita dal censimento energetico fatto con il contributo delle famiglie e che ora è on line, in modo da essere facilmente reperibile dal singolo cittadino. In questo modo, il cittadino non solo è stato informato del grado di efficienza energetica della propria abitazione, ma ha avuto in mano anche tutta una serie di strumenti necessari per ottimizzare il proprio consumo energetico.

Letto 663 volte

Informazioni aggiuntive