Cambiamenti climatici, occorre approccio multidisciplinare

Scritto da   Martedì, 30 Settembre 2014 00:00 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)
Cambiamenti climatici, occorre approccio multidisciplinare

La Seconda Conferenza Annuale del SISC annuncia la nascita di climateobserver.org

Impossibile chiedere all’uomo del Terzo Millennio di scegliere tra la lotta ai cambiamenti climatici e la crescita economica. È dedicata a questo tema centrale e trasversale al tempo stesso la Seconda Conferenza Annuale della Società Italiana sui Cambiamenti Climatici (SISC) in corso in questi giorni. Una due giorni fitta di appuntamenti, in cui scienziati, imprenditori, decisori politici e giornalisti, si incontrano a Venezia.

L’eterogeneità degli appuntamenti è indice di come il tema del clima richieda un approccio che non può limitarsi ai fattori ambientali, ma deve necessariamente essere multidisciplinare. Ci vogliono le scienze per capire cosa sta accadendo e cosa potrebbe accadere, ci vogliono studi economico-finanziari per capire quanto un’azione (o una mancata azione) potrebbe costare, ci vogliono analisi specifiche per valutare i rischi che stiamo correndo in tema di dissesto idrogeologico, di impatti sull’agricoltura, di disponibilità e gestione delle risorse idriche, ci vogliono competenze specializzate per valutare le nostre vulnerabilità e mettere in piedi strategie di difesa dai cambiamenti del clima. E il tutto deve essere comunicante per cogliere davvero rischi e opportunità: ci vuole una piattaforma che metta in dialogo tutte queste competenze, senza dimenticare le tecnologie e la comunicazione, l’importanza dell’innovazione e dei media.

Va proprio in questa direzione la nascita del sito web Climate Policy Observer (climateobserver.org) di cui è stato dato annuncio durante la conferenza. Frutto del lavoro dell’osservatorio ICCG (International Center for Climate Governance), si propone come un utilissimo strumento per tenere sotto controllo il polso politico, economico e sociale sul tema dei cambiamenti climatici.
Da oggi sarà così a disposizione una informazione accessibile anche ai non addetti ai lavori, oltre che un aggiornamento costante per gli specialisti.
Notizie puntuali, schede di sintesi sulle politiche climatiche ed energetiche per Paese, accesso a dati, pubblicazioni e documenti ufficiali: il sito permette di consultare rapidamente tutti i contenuti disponibili su singoli Paesi o per tematiche specifiche, dai negoziati internazionali sul clima alla diffusione dei sistemi di scambio delle emissioni, allo sviluppo delle fonti energetiche rinnovabili e a basse emissioni di carbonio.

Letto 712 volte

Informazioni aggiuntive