Martedì, 01 Aprile 2014 00:00

Giù le mani dal suolo barese (e non solo)

Non si può tornare indietro dopo aver “divorato” un territorio, il danno è irreversibile. Dal VII Rapporto sulla Qualità dell’Ambiente Urbano dell’Ispra nelle grandi città italiane aumenta lo sfruttamento del suolo. "Salviamo il Paesaggio" propone un Consumo di suolo Zero per la città di Bari, ecco come

Pubblicato in Ambiente

L’acqua, risorsa importante per la nostra sopravvivenza, molto spesso è soggetta all’incuria dell’uomo che ne altera le sue qualità. L’utilizzo dei pesticidi, ad esempio, è proprio uno di questi casi: questi, usati nella maggior parte in agricoltura, arrivano nelle falde acquifere inquinandole. La vendita dei pesticidi è in calo ma nella rete delle nostre acque reflue sono presenti ben 175 sostanze diverse, un cocktail che potrebbe risultare dannoso sia per l’ambiente che per la nostra salute. Ad affermarlo l’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale, nel suo “rapporto nazionale pesticidi nelle acque”. L’Ingegner Pietro Paris dell’Ispra, è intervenuto su A Conti Fatti, trasmissione a cura di Economiacristiana.it trasmessa dalle frequenze di Radio Vaticana Italia.

Pubblicato in Ambiente
Pagina 2 di 2

Informazioni aggiuntive