L'ultimo annuario ambientale pubblicato dall'ISPRA, Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, fotografa una situazione preoccupante di fiumi, laghi e acque sotterranee del nostro paese. In percentuali superiori al 50% le acque italiane risultano inquinate in modo più meno grave. Le cause principali sono le attività agricole e gli scarichi urbani, in seconda battuta incidono anche i processi industriali. In occasione della Giornata Mondiale dell'Acqua 2016 abbiamo interpellato Serena Bernabei, ricercatrice dell'ISPRA, per fare un quadro della situazione delle risorse idriche nazionali.

Pubblicato in Ambiente

Informazioni aggiuntive