Attualità e Politica

Attualità e Politica (421)

“Ogni individuo ha diritto alla libertà di movimento e di residenza entro i confini di ogni Stato. Nessun individuo potrà essere arbitrariamente arrestato, detenuto o esiliato. Ogni individuo ha diritto di lasciare qualsiasi paese, incluso il proprio [...] di cercare e di godere in altri paesi asilo dalle persecuzioni.”

Secondo l’ultimo rapporto Istat in Italia 5 milioni di persone vivono in povertà assoluta. Si tratta del 6,9% della popolazione e in termini assoluti è il valore più alto dal 2005. Se poi a queste si aggiungono le persone a “rischio” povertà i dati parlano addirittura di 1 italiano su 5.

Per sostenere le fasce economicamente più deboli della società lo scorso anno è stato introdotto il cosiddetto REI, il reddito di inclusione, provvedimento che probabilmente sarà superato dal reddito di cittadinanza che l’attuale governo ha annunciato all’interno della prossima manovra finanziaria.

3 anni fa, il 25 settembre 2015 l’Assemblea delle Nazioni Unite deliberava l’adozione dell’Agenda 2030, un programma di sviluppo globale articolato in 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile.Questi 17 obiettivi coprono la gamma delle attività umane nella loro relazione con il pianeta da una parte e con i propri simili dall’altra per uno sviluppo che possa definirsi equo e sostenibile da tutti i punti di vista: economico, ambientale, sociale.

Contenere l’aumento della temperatura globale entro i 2 gradi, possibilmente uno e mezzo, rispetto ai livelli preindustriali. È questo in estrema sintesi l’impegno che il mondo si è preso nel 2015 nella famosa COP21 di Parigi, per contrastare i cambiamenti climatici, vera e propria minaccia globale che se non affrontata rischia nel lungo periodo di mettere in pericolo la stessa sopravvivenza del genere umano.

Gran parte dei migranti che sbarcano sulle coste italiane ha preso il mare dalla Libia: circa 10 mila persone nella prima metà di quest'anno, e quasi 63 mila nel 2017. Anche Talibe è arrivato dalla Libia all'inizio del 2017, ma il suo viaggio, partito dal natio Senegal, è stato molto più lungo. Oggi Talibe ha 18 anni, è in attesa di risposta alla richiesta di asilo, ed è ospitato alla Città dei Ragazzi di Roma, dove studia e frequenta corsi per apprendere un mestiere. Quando è partito però, era uno dei migliaia di "minori non accompagnati" che migrano in Europa affrontando mari e deserti, prigioni e trafficanti di uomini. Lo abbiamo incontrato alla Festa dei Popoli di Roma per farci raccontare la sua storia.

È in chiusura l'edizione 2018 del Festival dello Sviluppo Sostenibile, iniziativa coordinata da ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile - per la diffusione di idee e proposte legate al raggiungimento dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile contenuti nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite.
Per 17 giorni, dal 22 maggio al 7 giugno sono state tantissime le organizzazioni che hanno organizzato eventi su tutto il territorio nazionale: convegni, seminari, workshop, mostre, spettacoli per un’edizione decisamente riuscita e partecipata.

Martedì, 22 Maggio 2018 10:50

Torna l'incubo Ebola in Africa

Scritto da
Il virus Ebola, da sempre considerato uno dei peggiori nemici dell'Africa, rischia una maggiore diffusione in Congo. A lanciare l'allarma su un rischio che è passato dall'essere "alto" all'essere "molto alto" è l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo cui c’è anche un rischio "alto" che si diffonda nella regione, mentre prima era "moderato". Il caso confermato a Mbandaka, città situata a ovest del paese, vicino al confine con la Repubblica del Congo aumenta, secondo gli esperti, il rischio di diffusione nei paesi vicini.
Stando alle ultime statistiche - riportate dall'Osservatore Romano - sono 45 i casi, tra sospetti e confermati, con 25 morti. Nei giorni scrosi si è svolta una riunione del comitato di emergenza dell’Oms, che ha tra i suoi compiti anche quello di stabilire se l’epidemia è una emergenza internazionale di salute pubblica. Nel frattempo continua lo spiegamento di forze dell’Organizzazione e degli altri partner, che prevede anche il possibile utilizzo del vaccino con il sistema "ad anelli", per cui vengono vaccinati i contatti stretti dei casi confermati.
Dall’altro lato del Mediterraneo, la Commissione europea ha stilato un nuovo pacchetto di aiuti umanitari urgenti per aiutare il contenimento del focolaio di ebola. Queste dichiarazioni sono arrivate direttamente dalle parole del commissario Christos Stylianides, che è anche il coordinatore Ue per questa malattia. La prima misura è rappresentata dallo stanziamento di 1,5 milioni di euro per il supporto logistico alle operazioni dell’Oms. Altri centotrentamila euro saranno versati alla Croce rossa internazionale. L’Ordine di Malta, infine, ha voluto ricordare che l’epidemia di Ebola è "la punta dell’iceberg di una catastrofe umanitaria" nel paese, "passata in gran parte inosservata dalla comunità internazionale".
La Russian Cryptocurrency and Blockchain Association ha assegnato al Petro venezuelano il Satoshi Nakamoto Prize per il suo "eccezionale contributo allo sviluppo dell’industria blockchain". Le autorità di Caracas affermano di aver raccolto 735 milioni di dollari con la pre-vendita del token, ricevendo più di 200 mila ordini da 133 paesi.
Venezuela e Russia vogliono aumentare il volume del commercio bilaterale del 30 percento quest’anno. Le due parti hanno discusso altri progetti strategici, tra cui un’alleanza tra le compagnie energetiche Rosneft e Petroleos de Venezuela. I rapporti economici saranno ampliati nonostante le sanzioni occidentali imposte a entrambe le nazioni (il mese scorso il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha firmato un ordine esecutivo che vieta ai cittadini americani di utilizzare il Petro). Secondo bitcoin.com, in particolare funzionari di Venezuela e Russia, stanno progettando possibili investimenti russi nel token venezuelano.
Come è noto, il Petro può essere acquistato con rubli russi, yuan cinesi, lire turche e euro, nonché con criptovalute come bitcoin. Maduro ha annunciato la creazione di quattro zone economiche esclusive in cui sarà accettato come mezzo di pagamento. I venezuelani potranno comprare case e altri beni con il Petro (le offerte immobiliari saranno autorizzate a partire dal 20 aprile).
Martedì, 17 Aprile 2018 19:02

Agenda 2030 al centro del Villaggio per la Terra

Scritto da

L’Agenda 2030 e i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile saranno il cuore della prossima edizione del Villaggio per la Terra. In particolare il tema sarà sviscerato il 22 aprile in occasione della Giornata Mondiale della Terra, con un talk show dal titolo “Obiettivo 2030: l’Italia e la sfida per lo sviluppo sostenibile.
Tra i protagonisti principali ASviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, punto di riferimento nel nostro Paese rispetto all’Agenda 2030, che con l’occasione lancerà inoltre un progetto realizzato in  partnership con Earth Day Italia.
Ne parla su "A Conti Fatti", rubrica a cura di Economia Cristiana trasmessa da Radio Vaticana Italia, il portavoce ASviS, Enrico Giovannini.

Mercoledì, 11 Aprile 2018 18:07

Venezuela. Varata la legge sul Petro

Scritto da
E' stato approvato lo scorso 4 aprile dall'Assemblea costituente del Venezuela il decreto costitutivo del Petro e di altre criptovalute. La norma serve per la creazione di circolazione e l’uso di questi meccanismi finanziari e alternative nelle attività finanziaria e commerciale.
 
Il testo di legge, presentato a marzo dal Vicepresidente della Repubblica, Tareck El Aissami, definisce i poteri dello Stato per la creazione e la gestione dei valori cripto, nonché la natura sovrana del Petro. Con questo strumento legale, composto da 12 articoli, è garantito l’uso di criptomonete tra persone fisiche e persone giuridiche, sia nel settore pubblico che in quello privato, nella gestione di beni e servizi.
In questo senso, il decreto conferisce potere allo Stato per l’uso e la regolamentazione delle criptovalute, facilitando la creazione di istanze come le change house virtuali e la creazione di generi criptoattivi. 
 
Tutto questo lavoro sarà coordinato dalla Superintendencia de Criptoactivos y Actividades Conexas Venezolana, organo di controllo in grado di garantire il funzionamento legale delle attività intorno al Petro, e la Tesorería de Criptoactivo, un organo autorizzato alla riscossione e ricezione delle entrate.

 

 
Pagina 1 di 31

Informazioni aggiuntive