Lavoro: In Italia troppi scoraggiati, difficile l’incontro domanda-offerta

Scritto da   Giovedì, 08 Ottobre 2015 14:12 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

In Italia oltre a 3,1 milioni di disoccupati ci sono 3,3 milioni di persone che non cercano impiego pur dicendosi disponibili a lavorare. La percentuale di questi 'sfiduciati' nel nostro Paese è al 13% della forza lavoro nel secondo trimestre 2015, un dato quasi quattro volte quello Ue a 28 (3,7%). Lo afferma Eurostat.


La situazione è ben diversa in atri Paesi Ue, dove le politiche per l’impiego sono più efficaci. Il dato italiano sulle persone che pur disponibili a un impiego non cercano si confronta con l'1,2% in Germania, il 2,4% in Francia e il 3,9% in Spagna.
Il problema è che in Italia fanno ancora fatica a incontrarsi domanda e offerta di lavoro. Secondo un'indagine di Almalaurea e Centromarca, le grandi marche italiane cercano talenti tra i neolaureati ma "non sempre i profili soddisfano le attese", a partire dalla conoscenza delle lingue straniere. Il 60% delle imprese prevede da 1 a 20 inserimenti di neolaureati nel biennio 2015-2016 e l'11% ne vede oltre 50. Si tratta di aziende importanti in termini dimensionali, che richiedono regolarità negli studi, competenze trasversali, esperienze all'estero.
Ma è anche un problema delle fasce di lavoratori meno preparate. In Italia ci sono 2,4 milioni di Neet, di cui 930mila con titolo di  studio fino alla licenza media. In Lombardia, terza regione per presenza, ce ne sono 260mila. La Fondazione Cariplo, assieme a Cgm-Mestieri Lombardia e a Fondazione Adecco "ritiene che l'alleanza  con le organizzazioni del terzo settore sia un elemento  imprescindibile alla realizzazione di questo progetto".

Per questo la Fondazione "ha chiesto agli enti non profit lombardi di  collaborare affinché possano offrire a questi giovani una opportunità concreta, mettendo a disposizione un'esperienza rimotivazionale attraverso un tirocinio remunerato (400 euro al mese ndr) di 4-6 mesi  presso le proprie realtà".

Letto 825 volte

Informazioni aggiuntive