Natale a tavola, gli italiani spenderanno il 6% in più

Scritto da   Mercoledì, 16 Dicembre 2015 10:33 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

L'agroalimentare con regali enogastronomici, pranzi e cenoni è quest'anno la voce più pesante del budget che le famiglie italiane destinano alle feste di fine anno, con una spesa complessiva per imbandire le tavole del Natale e del  Capodanno di 4,3 miliardi di euro, il 6% per cento in più dello  scorso anno. Emerge dall'analisi Coldioretti-Ixè "Il Natale sulle tavole degli italiani", per l'Assemblea nazionale dell’organizzazione.

La spesa per cibi e bevande rappresenta il 34%, ma al secondo posto si piazzano i regali con il 23%, seguiti dall'abbigliamento con il 17% mentre al divertimento è destinato il 15% e ai viaggi e vacanze appena l'11%. Per la Coldiretti, anche per effetto dei recenti fatti di cronaca gli italiani quest'anno preferiscono scambiarsi i regali e avere una buona cena a casa piuttosto che lanciarsi in lunghi viaggi o andare al cinema, a teatro, ai concerti o nelle discoteche.
Il 61% degli italiani che si mette ai fornelli porterà in tavola prodotti locali e Made in Italy, ma c'è un 24% che acquisterà guardando soprattutto al prezzo e alle offerte. Per il presidente di Coldiretti Moncalvo “dalle scelte di Natale degli italiani dipendono anche i posti di lavoro di una parte consistente dell'economia Made in Italy". L'86% degli italiani, poi, non rinuncerà al tradizionale brindisi che vedrà protagonista gli spumanti italiani e dopo le bollicine tricolori il piatto più gettonato saranno le lenticchie (80%) che battono il panettone (76%) e il pandoro (68%).


E c’è anche il “ritorno al fai-da-te casalingo", a seguito della passione per la cucina che si sta diffondendo e che coinvolge pure i maschi e i giovani. Per la Coldiretti “la passione per la cucina peraltro oggi ha contagiato praticamente in egual misura uomini e donne con l'emergere  di una mascolinità di nuovo conio che esprime la sua soggettività in termini creativi nel rapporto con la cucina, con la manipolazione del cibo che diventa un modo per esprimere se stessi. Lo show cooking casalingo per gli amici si afferma  come appuntamento dei momenti di festa e trascina il boom dell'informazione legata all'enogastronomia".

Coldiretti, poi, giudica "importante" l'intervento in Legge di Stabilità "a sostegno degli allevamenti italiani che generano nella filiera 180mila posti di lavoro in un settore chiave del Made in Italy a tavola, che vale da solo 32 miliardi di euro, un quinto dell'intero agroalimentare tricolore" dopo gli allarmi lanciati sulla carne".

Letto 824 volte

Informazioni aggiuntive