Perricone - NTV : " Improrogabile la necessità di definire una autorità super partes"

Scritto da   Venerdì, 17 Maggio 2013 14:38 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

Il presidente di NTV, Antonello Perricone, è stato chiaro sulla necessità di un autorità di controllo della concorrenza per quanto riguarda il settore dei trasporti: " Credo che sia improrogabile la necessità di definire una autorità super partes che possa regolare il traffico di questo mercato in concorrenza."

Economiacristiana.it lo ha intervistato a margine della conferenza di presentazione del nuovo servizio di pellegrinaggio ad alta velocità sui treni Italo. NTV in collaborazione con UNITALSI, tra il il 17 e il 20 giugno 2013, porterà su treni attrezzati circa 400 pellegrini a Loreto. Un assistenza ai più deboli che trae beneficio da una concorrenza che sta nascendo nel settore trasporti.


Ntv ha da poco festeggiato il suo primo anno di attività, che bilancio si può fare?

 

Un bilancio estremamente positivo: il dato più significativo e positivo è il numero di passeggeri, sono 4 milioni dal 28 aprile 2012, giorno del viaggio inaugurale di Italo, al mese di Aprile 2013. Contiamo di potere arrivare alla fine dell'anno in corso in un range che va tra i 6 e i 7 milioni.

 

"Da Zero a Italo, così è nata la concorrenza": questo il titolo del libro che racconta la vostra esperienza. La concorrenza è nata, quali sono state le difficoltà per la sua crescita e qual è il suo stato attuale?

Le difficoltà per la crescita sono date esclusivamente dall'assenza di un arbitro super partes che possa regolamentare i comportamenti dei vari soggetti sul mercato, questa è stata la principale difficoltà. L'altra difficoltà è stata nostra interna nel creare ntv, il servizio a bordo di Italo: NTV nasce da Zero non ha una storia alle spalle. La scelta dei treni, scelta dei collaboratori, macchinisti, hostess di bordo e tutti i dipendenti: un impegno che ha dovuto sopportare soprattutto l'Ing. Sciarrone come amministratore delegato. Oggi siamo assolutamente felici del risultato che abbiamo ottenuto e della qualità delle persone che lavorano con noi.

 

Cosa può dirci per quanto riguarda la questione dell'Authority dei Trasporti di cui tanto si parla? Montezemolo ne ha parlato e anche nei giorni scorsi il nuovo ministro dei Trasporti Lupi ha detto che è necessaria perché non si possono fare liberalizzazioni solo a parole.

Siamo assolutamente d'accordo con quello che ha detto il ministro Lupi. E' da tanto tempo che si parla della necessità, oramai improcrastinabile, di un'Authority dei Trasporti, esattamente come c'è una Authority sull'Energia, sulla Comunicazioni e quanto altro. Questo perché oggi il mercato ferroviario e la concorrenza al suo interno è una realtà, non è più un progetto ma è sotto gli occhi di tutti. Credo che sia improrogabile la necessità di definire una autorità super partes che possa regolare il traffico di questo mercato in concorrenza.

 

Ntv ha più volte annunciato di voler entrare anche nel mercato dei servizi e dei trasporti regionali e locali, qual è la situazione a riguardo?

Abbiamo sempre specificato su questo tema: "Ammesso e non concesso che ci siano le condizioni per farlo". Questo è tutto da definire e verificare nel tempo. Sicuramente se ci saranno le condizioni normative per poter partecipare a delle gare regionali, saremmo ben lieti di poterlo fare.

 

Quali sono le condizioni per cominciare a parlarne concretamente?

Bisogna vedere poi i bandi di gara quando verranno fatti e come verranno fatti. Ancora non sono stati fatti, è inutile parlarne prima: stiamo parlando di gare e di aste che siano reali, vere, conrete. Qualcosa che sia oggettivamente aperto al mercato.

Letto 14671 volte

Informazioni aggiuntive