Il patrimonio artistico e culturale italiano è una ricchezza minacciata dal trascorrere del tempo, dalla mancanza di fondi, dai trafficanti d'arte e anche dalle catastrofi naturali; come i recenti terremoti che hanno sconvolto il centro Italia, danneggiando, e in alcuni casi distruggendo, opere d'arte più che secolari. Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali ha in atto diverse iniziative per salvaguardare e valorizzare questo patrimonio unico. Ad esempio, dal 2014 riscuote molto successo #domenicalmuseo, l'ingresso gratuito ai musei e siti archeologici statali ogni prima domenica del mese. A luglio si è registrato un boom di visite: in particolare 10 mila persone hanno affollato la Reggia di Caserta, 16 mila si sono recati a Pompei, e oltre 31 mila hanno preferito il Parco archeologico del Colosseo. "A Conti Fatti", la rubrica radiofonica di EconoiaCristiana.it trasmessa da Radio Vaticana 105.0, ha dedicato una puntata all'argomento. Per introdurre il tema è intervenuta Antonia Pasqua Recchia, Segretario Generale del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali.

Pubblicato in Attualità e Politica

Il 21 maggio nei Giardini Vaticani si è tenuto "... se il Mondo salverà la Bellezza", un forum sulla necessità di tutelare e conservare il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro paese. Il convegno, organizzato da Earth Day Italia Onlus (associazione per la tutela ambientale) e Urban Vision (società attiva nei restauri di opere d'arte) ha affrontato, tra gli altri, il tema dei finanziamenti a questo settore e delle possibilità di compartecipazione tra pubblico e privato nei progetti di tutela. Tra gli interventi più significativi in questo ambito, quello del soprintendente per i beni archeologici di Pompei, Ercolano e Stabia, Massimo Osanna, che abbiamo interpellato per approfondire il discorso.

Pubblicato in Economia

Informazioni aggiuntive