A metà giugno una lettera dei ministri dello Sviluppo Economico, Calenda, e dell'Ambiente, Galletti, ha dato il via alla consultazione pubblica sulla Strategia Energetica Nazionale. Si tratta di un testo di 230 pagine in cui sono descritte le politiche energetiche italiane a breve e lungo termine, con lo scopo dichiarato di aderire alle strategie internazionali di lotta al cambiamento climatico e del progressivo abbandono delle fonti enenergetiche fossili, responsabili delle emissioni che provvocano il riscaldamento globale.
Esperti, associazioni, rappresentanze di settore, scienziati, economisti e semplici cittadini, hanno tempo fino al 31 agosto per inviare al Governo osservazioni, critiche e suggerimenti che verranno valutati prima della pubblicazione del documento finale.

Tra le voci più autorevoli coinvolte nel dibattito intorno alla Strategia Energetica Nazionale c'è il comitato Energia per l'Italia: un gruppo di scienziati, esperti, dirigenti di alto livello di enti, istituzioni e centri di ricerca che hanno già reso pubbliche una serie di osservazioni sul documento del Governo. Il gruppo è coordinato da Vincenzo Balzani, professore emerito dell’Università di Bologna, accademico dei Lincei, e chimico di assoluto livello internazionale. "A conti fatti", rubrica radiofonica di EconomiaCristiana.it trasmessa da Radio Vaticana Italia 105.0, lo ha intervistato per introdurre la puntata del 6 agosto.

Pubblicato in Attualità e Politica

È noto che ogni anno circa un terzo della produzione mondiale di cibo viene sprecata durante la produzione, il trasporto, la distribuzione o dopo l'acquisto. Di contro, gran parte delle coltivazioni sono dedicate alla produzione di biocombustibili e mangimi per animali, mentre si stima che la popolazione del pianeta supererà gli 8 miliardi entro il 2025. Intanto le Nazioni Unite hanno fissato al 2030 il limite per sconfiggere la fame nel mondo. È evidente che l'agricoltura del futuro, per rispondere a queste sfide deve puntare alla sostenibilità, e all'innovazione. 

Fixing Food è un documento, pubblicato di recente dalla divisione ricerca e analisi del gruppo dell'Economist, che classifica la sostenibilità dei sistemi alimentari, analizzando i sistemi agricoli, i livelli nutrizionali e gli sprechi alimentari dei singoli paesi del mondo. Il progetto e il rapporto sono stati realizzati con la Fondazione Barilla Center for Food & Nutrition di cui "A Conti Fatti" ha intervistato una delle ricercatrici: Elena Cadel.

Pubblicato in Ambiente

Ad inizio marzo, a Bruxelles, si è svolta un'importante conferenza promossa dalla Commissione Europea per fare il punto sul piano d'azione comune per l'Economia Circolare varato dall'Unione Europea. Alcuni punti cardine del piano prevedono ad esempio che entro il 2030 i rifiuti urbani di tutta l'Unione siano riciclati almeno al 65%, e che gli imballaggi dei prodotti siano riciclati non meno del 75%.
Walter Ganapini è una figura di spicco dell'ambientalismo italiano, ed un esperto del ciclo dei rifiuti. In un recente convegno sull'economia circolare, in occasione della Giornata Mondiale della Terra, ha lanciato un monito sulla quantità di Anidride Carbonica presente in atmosfera che, come ormai affermano molti scienziati, sarebbe vicina alla soglia di pericolo per la sopravvivenza stessa del genere umano. Ex presidente di Greenpeace, co-fondatore di Legambiente, per anni membro del Comitato Scientifico dell'Agenzia Europea dell'Ambiente, di cui ancora oggi è membro onorario, Ganapini è attualmente direttore generale dell'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale dell'Umbria. È stato intervistato in "A Conti Fatti", rubrica di EconomiaCristiana.it trasmessa da Radio Vaticana 105.0.

Pubblicato in Ambiente
Domenica, 15 Gennaio 2017 16:00

Salomone: tutta l'educazione è "ambientale"

Il concetto di educazione ambientale ha subito un'evoluzione, dai primi campanelli d'allarme lanciati da scienziati e intellettuali nei primi anni '70, all'importanza riconosciuta ovunque, oggi, ai temi della tutela e della salvaguardia dell'ambiente.
Questo concetto molto ampio, che abbraccia cultura, scienza, economia e società, è stato approfondito nella nostra rubrica "A Conti Fatti", trasmessa da Radio Vaticana 105.0, da una delle voci più autorevoli del paese, autore di saggi, libri e articoli: Mario Salomone, professore di Educazione ambientale e di Sociologia dell’ambiente e del territorio all’Università degli Studi di Bergamo; membro del Comitato scientifico italiano per l'educazione allo sviluppo sostenibile presso l’UNESCO; fondatore e direttore di .eco il primo mensile italiano di educazione ambientale.

Pubblicato in Ambiente

La startup Solarbox converte le phone box della capitale britannica in stazioni alimentate ad energia solare

Pubblicato in Ambiente

Con un nuovo accordo quadro, CONAI e CNR puntano a un obiettivo ambizioso: sviluppare soluzioni originali per il settore degli imballaggi a favore della sostenibilità

Pubblicato in Ambiente

Roberto Morabito, Responsabile dell'Unità tecnica Tecnologie ambientale di Enea, è intervenuto su A Conti Fatti, trasmissione a cura di Economiacristiana.it trasmessa dalle frequenze di Radio Vaticana Italia.

Pubblicato in Ambiente
Modo sostenibile per eccellenza di viaggiare, il camminare può essere vissuto secondo due modalità: il semplice spostamento da un luogo ad un altro, senza soffermarsi troppo sul tratto di strada percorso e con l’unico obiettivo di raggiungere la meta; oppure in maniera più consapevole, con lo scopo, in un mondo diventato ormai troppo frenetico, di ritrovare se stessi e conoscere l’ambiente che ci circonda. Proprio di questo secondo aspetto del camminare ne abbiamo parlato con Luca Gianotti, guida di trekking e uno dei fondatori della Compagnia dei Cammini, intervenuto su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana
Pubblicato in Ambiente

Una dieta equilibrata prevede il giusto apporto di ingredienti animali e vegetali. Nei paesi più avanzati, specialmente tra i più giovani, c’è molto spesso un consumo eccessivo di carne a discapito delle verdure. Questo non solo non è molto salutare ma comporta un forte impatto ambientale, in termini di Co2, derivato dalla produzione di carne. Ne abbiamo parlato con Elena Cadel, psicologa della comunicazione, che si occupa di sostenibilità alimentare, intervenuta su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana.

Pubblicato in Società
Possiamo aiutare l’ambiente che ci circonda anche ponendo attenzione alla sostenibilità delle nostre abitazioni. Queste ultime infatti possono avere un  fortissimo impatto ambientale. La Cooperativa di Comunità di Melpignano, in provincia di Lecce, ha realizzato una rete diffusa di impianti fotovoltaici sui tetti degli edifici, pubblici e privati, del territorio comunale. In questo modo, non solo si riduce il costo dell’energia elettrica, ma si aiuta l’ambiente non producendo inquinanti. Ci ha raccontato questa esperienza Cristina Schirinzi, presidente della Cooperativa di Comunità di Melpignano intervenuta su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it, in collaborazione con Earth Day Italia, ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana.

 

Pubblicato in Buone Pratiche
Pagina 1 di 2

Informazioni aggiuntive