Alessandro Guarasci

Alessandro Guarasci

Il welfare va ridisegnato. Ecco perché, per la Corte dei Conti, è indispensabile ridisegnare il "perimetro" dell'intervento pubblico, facendo pagare di più ai cittadini i costi di alcuni servizi. Lo ha sottolineato il presidente delle sezioni riunite, Enrica Laterza, nella relazione per il giudizio sul rendiconto dello Stato.

Tutti vogliono il trasporto pubblico, almeno in teoria. Nell'insieme dei capoluoghi di provincia, la domanda di Tpl nel 2013 è pari a 188,6 passeggeri trasportati per abitante. Dopo anni di relativa stabilità (da 220 passeggeri per abitante del 2008 a 218,5 del 2011), il dato registra una sensibile contrazione per il secondo anno consecutivo (201,1 nel 2012), consolidando una tendenza che risente da un lato della crisi occupazionale e del diminuito dinamismo dei sistemi urbani ad essa connesso, e dall'altro di una consistente riduzione dell'offerta. Lo dice l'Istat nel focus sulla mobilità urbana nel 2013.

Una finanza non legata esclusivamente al profitto , ma soprattutto alla creazione di posti di lavoro. E soprattutto, il salvataggio delle banche non ha avuto effetti diffusi su una ripresa economica a beneficio di tutti.  E’ l’insegnamento che ci viene dall’ nuova enciclica di Papa Francesco "Laudato si'" pubblicata in Vaticano.

Il riuso non è solo una moda, ma anche uno stile di vita per spendere di meno ed essere più ecologici. Secondo infatti l'Osservatorio  sulla Casa, realizzato da Leroy Merlin in collaborazione con Doxa, in media il 61% degli italiani usa  abitualmente prodotti naturali e "fai da te" per la pulizia della  casa, abitudine che sembra più consolidata nelle Isole, dove il 65,7% degli intervistati  ha affermato di averlo messo in pratica più di una  volta.

Più che il jobs act, sta funzionando la decontribuzione per i nuovi assunti. Nel primo quadrimestre 2015 aumentano, rispetto al corrispondente periodo del 2014, le assunzioni a tempo indeterminato (+155.547), aumentano anche i contratti a termine (+44.817) mentre diminuiscono le assunzioni in apprendistato (-11.685). Nel periodo preso in considerazione l'aumento complessivo delle nuove assunzioni è di 188.679 unità.

La ripresa ha toni differenti, in base al territorio. E dove la povertà ha colpito più duramente, risollevarsi sarà sempre più difficile. Confcommercio mette in luce che "la durezza della crisi potrebbe avere effetti irreversibili o, almeno, di eccezionale durata, sulla dimensione dell'area della povertà assoluta (che caratterizza l'impossibilità di un nucleo familiare di avere accesso a un paniere di sussistenza di beni e servizi).

Il governo ha puntato sulla riforma dell’Isee per evitare truffe e abusi per nell’erogazione dei servizi. Il ministero del Lavoro ha fatto sapere che sulla popolazione nel suo complesso non si osservano particolari variazioni nella distribuzione per classi di ISEE.

Le statistiche registrano una lieve ripresa di occupazione e consumi, ma gli italiani sono rimasti scottati dalla crisi. Per il Censis, gli italiani cercano di risparmiare per affrontare con più tranquillità i prossimi anni: 36,4 milioni non credono che ci sarà la ripresa e il 93,9% si sente insicuro rispetto al proprio futuro.

Le statistiche registrano una lieve ripresa di occupazione e consumi, ma gli italiani sono rimasti scottati dalla crisi. Per il Censis, gli italiani cercano di risparmiare per affrontare con più tranquillità i prossimi anni: 36,4 milioni non credono che ci sarà la ripresa e il 93,9% si sente insicuro rispetto al proprio futuro. Il risparmio continua a tenere, più forma di precauzione per il futuro che come forma di investimento. Dal 2007 al 2014, gli italiani hanno messo da parte 211 miliardi in più, di cui 36 solo nell'ultimo anno, per uno stock complessivo di quasi 1.300 miliardi di euro in contanti e depositi bancari.

Il mercato immobiliare, l'industria del credito festeggiano la fine della recessione, ma sono ancora cauti. La stagnazione dei consumi, infatti, frena ancora chi è disposto a indebitarsi per realizzare un progetto. Nel 2014, è calato ancora l'importo medio erogato per mutui e prestiti personali, tuttavia nel primo trimestre si registrano segnali di recupero. E' questa la tendenza che fotografa il Crif Credit Solution dall'analisi delle delle diverse forme tecniche del credito al dettaglio (mutui, prestiti personali e prestiti finalizzati).

Informazioni aggiuntive