18^ Giornata Nazionale della Colletta Alimentare - Fare la spesa per chi è più povero

Scritto da   Sabato, 29 Novembre 2014 08:00 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(1 Vota)
18^ Giornata Nazionale della Colletta Alimentare - Fare la spesa per chi è più povero

Oltre 135.000 volontari, più di 11.000 supermercati, per raccogliere le donazioni di alimenti a lunga conservazione per 8.898 strutture caritative (mense per i poveri, comunità per minori, banchi di solidarietà, centri d’accoglienza, ecc.), che aiutano oltre 1.950.000 persone povere: questi sono i numeri della annuale Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, promossa dalla Fondazione Banco Alimentare Onlus, che si tiene Sabato 29 Novembre.

6 Milioni di persone in Italia soffrono la povertà, ben un italiano su dieci. Con un piccolo gesto è possibile sostenere chi cerca di aiutarli: in questa giornata basterà andare in un supermercato che aderisce all'iniziativa e comperare uno o più prodotti a lunga conservazione da poter donare ai volontari presenti all'uscita. Le donazioni di alimenti ricevute andranno a integrare quanto la Rete Banco Alimentare recupera grazie alla sua attività quotidiana, combattendo lo spreco di cibo, oltre 62.000 tonnellate distribuite l’anno scorso

Questa iniziativa affonda quest'anno le radici nelle parole di Papa Francesco pronunciate il 9 dicembre 2013: "Vi invito a fare posto nel vostro cuore a questa urgenza, rispettando questo diritto dato da Dio a tutti di poter avere accesso ad una alimentazione adeguata. Condividiamo quel che abbiamo nella carità cristiana con chi è costretto ad affrontare numerosi ostacoli per soddisfare un bisogno così primario. Invito tutti noi a smettere di pensare che le nostre azioni quotidiane non abbiano un impatto sulle vite di chi la fame la soffre sulla propria pelle"

Questo importante evento, che gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e del Patrocinio di Expo Milano 2015, é reso possibile grazie alla collaborazione dell’Esercito Italiano e alla partecipazione di decine di migliaia di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali e ai Distretti italiani del Rotary International.

Letto 688 volte

Informazioni aggiuntive