Esempi virtuosi, il 'caso' pugliese

Scritto da   Mercoledì, 12 Marzo 2014 00:00 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)
Esempi virtuosi, il 'caso' pugliese

Con il progetto DI.RE. in Bici la Regione Puglia muove i primi passi verso una mobilità sostenibile rivoluzionaria (e rivoluzionata). Consegnate, il 10 marzo scorso, 40 biciclette pieghevoli ai dipendenti regionali

La Puglia sta avviando un’autentica rivoluzione nel concepire la mobilità, indirizzandola a pratiche di sicurezza e sostenibilità. Il programma si chiama: “CreAttivaMente”  e ha l’intento di muovere, in modo creativo, la leva delle infrastrutture e quella delle abitudini di spostamento dei cittadini.

L'obiettivo è quello di incentivare l’uso della bici, riducendo l’impiego del mezzo privato, nell’ottica di una mobilità eco-sostenibile.  In questa direzione va la consegna, avvenuta ieri mattina, di 40 bici pieghevoli ai dipendenti regionali, presso  la sede principale di via Gentile alla presenza dell’Assessore alle Infrastrutture e Mobilità, Giovanni Giannini e del dirigente dell’Ufficio Reti della mobilità sostenibile, Vito Ferrante.
Il progetto rientra nell'ambito delle attività miranti alla riconversione degli spostamenti da modalità più costose e inquinanti ad altre modalità più economiche e ambientalmente sostenibili. L’obiettivo è diffondere la pratica dell’intermodalità bici-treno per recarsi a lavoro.

I dipendenti pendolari, assegnatari di biciclette pieghevoli in comodato d'uso, potranno trasportare la propria bici, opportunamente piegata, su tutti i treni e, una volta giunti in stazione, proseguire il proprio tragitto in bicicletta per raggiungere la sede di lavoro.

Al presente bando possono partecipare tutti i dipendenti pendolari della Regione Puglia e delle Agenzie Regionali, sia a tempo indeterminato che a tempo determinato, con rapporto di lavoro in corso alla data della stipula del contratto di comodato d’uso, che utilizzano il treno come mezzo di trasporto dalla propria città di residenza a quella del luogo di lavoro. L’uso quotidiano del treno deve essere dimostrato allegando alla domanda di richiesta della bicicletta l’ultimo abbonamento (almeno mensile) effettuato.

A partire dalla data di pubblicazione su PrimaNoi, il dipendente interessato a partecipare al progetto DI.RE. in Bici può presentare il modulo di domanda (v. Allegato A al presente bando) debitamente compilato e firmato.

È possibile procedere alla consegna del modulo compilato e firmato, con allegato fotocopia del documento d’identità e copia dell’abbonamento in una delle due seguenti modalità:
inviare una scansione alla dott.ssa Graziella Ferente all'indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;
consegnare il modulo all’Ufficio Reti della mobilità sostenibile, sito in via G. Gentile 52, corpo B, 4° piano, stanza n°34, tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 12:00

Il modulo con gli allegati deve essere consegnato entro e non oltre le ore 12:00 del 31 gennaio 2014.

Tra i criteri di valutazione delle domande pervenute: distanza della città di provenienza;  distanza della sede di lavoro dalla stazione; validità dell’abbonamento ferroviario presentato.

Letto 585 volte

Informazioni aggiuntive