"Una sola famiglia, cibo per tutti" - Caritas Internationalis contro la fame nel mondo. Papa Francesco: "Non possiamo girarci dall'altra parte e fare finta che questo non esista."

Scritto da   Venerdì, 13 Dicembre 2013 15:05 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)
"Una sola famiglia, cibo per tutti" - Caritas Internationalis contro la fame nel mondo. Papa Francesco: "Non possiamo girarci dall'altra parte e fare finta che questo non esista."

Elminare la fame nel mondo: da sempre è uno dei sogni dell'umanità intera. Spesso però questo obiettivo sembra più un'utopia che un progetto concreto.Assieme all'eliminazione della povertà, infatti, era il primo Obiettivo di Sviluppo del Millennio (MDG - Millenium Developmente Goals) dell'ONU, ma si stima che globalmente sarà impossibile raggiungere questo e gli altri obiettivi fissati da raggiungere entro il 2015 dalle Nazioni Unite. Per questo Caritas Internationalis ha lanciato una campagna per non mollare la presa e aumentare gli sforzi assieme ad altre organizzazioni umanitarie internazionali. Unire le forze per fare una unica famiglia contro la fame.

"Una sola famiglia, cibo per tutti" è il titolo della campagna di Caritas Internationalis lanciata durante la Giornata mondiale dei Diritti Umani il 10 Dicembre 2013: la rete della confederazione delle Caritas di tutto il mondo si pone come obiettivo quello di eliminare la fame entro il 2025 attraverso azioni a vari livelli, da quello istituzionale fino alla promozione personale di stili di vita che possano ridurre sprechi ed eccessi. A livello internazionale sono già stati interpellati FAO, Nazioni Unite (con ECOSOC - Economic and Social Council WFP - World Food Programme, WHO - World Health Organization e UNESCO), Consiglio d'europa, UNICEF, e ILO (International Labour Organization). In particolare Caritas si propone di promuovere tramite i propri membri il diritto al cibo laddove non è garantito e per questo stilerà una bozza di quadro normativo  da proporre nelle singole realtà e che verrà promosso durante una sessione apposita per l'argomento dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite che si terrà nel 2015.

Ad unirisi alla battaglia contro la fame è anche il pontefice il quale ha realizzato un video messaggio per la campagna della Caritas Internationalis. "Non possiamo girarci dall'altra parte e fare finta che questo non esista.": con questo il Papa fa riferimento a circa un miliardo di persone che ancora oggi soffrono la fame, mentre "Il cibo a disposizione nel mondo basterebbe a sfamare tutti". Facendo riferimento alla moltiplicazione dei pani e dei pesci, il Santo Padre ripone il fattore chiave del successo nella volontà, condividendo quel che si ha "nella carità cristiana con chi è costretto ad affrontare numerosi ostacoli" e facendosi promotori di "un'autentica cooperazione con i poveri" che permetta di lavorare insieme per vivere tutti una vita dignitosa.

Anche per Papa Francesco questo deve valere per tutti gli ambiti e le dimensioni. Il Pontefice invita "tutte le istituzioni del mondo, la Chiesa e ognuno di noi, come una sola famiglia umana, a dare voce a tutte le persone che soffrono silenziosamente la fame, affinché questa voce diventi un ruggito in grado di scuotere il mondo". Un messaggio che ci riguarda da vicino per "diventare più consapevoli delle nostre scelte alimentari", evitando sperco di cibo e cattiva gestione delle risorse a disposizione, ma soprattutto per "smettere di pensare che le nostre azioni quotidiane non abbiano un impatto sulle vite di chi la fame la soffre sulla propria pelle". Un invito che dobbiamo non soltanto accogliere e riproporre ma che dobbiamo fare nostro nelle piccole cose concrete di ogni giorno.

Letto 13143 volte

Informazioni aggiuntive