Spesso per “educazione ambientale” si intende l'apprendimento dell'essenza della Natura, di ciò che può rivelarci di piante, animali e ambienti. Ma la Natura può rivelarci molto anche di noi stessi: la parte migliore del nostro essere umani.

Pubblicato in Buone Pratiche
Martedì, 06 Novembre 2018 19:00

Scuole verdi per educare alla sostenibilità

Quello dell'educazione è uno dei settori più importanti per il presente e soprattutto per il futuro di un paese; la formazione dei cittadini di domani dovrebbe essere un investimento da fare con convinzione anche su temi l'ambiente e la sostenibilità.
Educazione ambientale, dunque, per creare quella cultura diffusa della sostenibilità alla sostenibilità necessaria per far si che gli uomini e le donne di domani evitino di ripetere i tanti errori commessi in questo campo dalle generazioni precedenti.
E una cultura “green” si trasmette più facilmente all'aperto che tra quattro mura, come sostiene il disegno di legge “Scuole verdi” recentemente approdato in Senato.

Pubblicato in Ambiente

I campionati di calcio si sono conclusi da poco e gli sportivi di mezzo mondo vivono ora nell’attesa della Coppa del Mondo della prossima estate. Ma lo sport non è rappresentato soltanto dal mondo dorato e talvolta controverso del calcio. Alla base ci sono migliaia di società sportive e milioni di praticanti che dimostrano, come ha detto papa Francesco: “che non ci sono ostacoli né barriere che non possano essere superati […] un segno di speranza per quanti si impegnano per una società più inclusiva”.
Con quasi 350 mila atleti tesserati e circa 4500 società sportive, la Federazione Italiana Pallavolo rappresenta il secondo sport più praticato in Italia. Una disciplina che ha dato al paese grandi soddisfazioni vincendo mondiali e medaglie olimpiche, ma soprattutto, al contrario di altre federazioni, è riuscita a creare e mantenere un forte legame col mondo della scuola. Un rapporto tra sport e sistema scolastico che in Italia, purtroppo è molto carente.
Se ne è parlato in “A conti fatti” con Stefano Bellotti, responsabile dell’Area Sviluppo e Formazione della Federazione Italiana Pallavolo.

Pubblicato in Buone Pratiche

Secondo il XVII rapporto Ecosistema Scuola di Legambiente meno del 13% delle scuole italiane è costruito secondo criteri antisismici e solo una scuola su due ha certificati di collaudo e idoneità statica.
Come stanno le scuole italiane? Quali sono i fondi e gli strumenti di governance a disposizione degli enti locali per conservare un patrimonio che in diversi casi avrebbe bisogno di una ristrutturazione?

Pubblicato in Italianamente

Lo scorso 22-23 novembre Ministero dell’Ambiente e Miur hanno coordinato gli Stati Generali dell’educazione ambientale invitando il mondo dell’istruzione, della ricerca e la società civile e confrontarsi sui temi dell’educazione allo sviluppo sostenibile.
L’associazione Earth Day Italia ha coordinato il tavolo di lavoro dedicato alla società civile, chiamata a supportare il mondo della scuola con idee e proposte didattiche innovative.
Roberta Cafarotti, direttore scientifico di Earth Day Italia, ne ha parlato intervenendo su “A Conti Fatti”, trasmissione a cura di economiacristiana.it trasmessa da Radio Vaticana Italia.

Pubblicato in Ambiente

L’educazione delle giovani generazioni, fin dalla scuola primaria, a temi come il rispetto dell’ambiente, i cambiamenti climatici, l’inquinamento, la biodiversità o lo spreco di cibo e di risorse è diventata un’esigenza improrogabile per il nostro sistema scolastico.
Per questo i ministeri dell’Ambiente e dell’Istruzione lo scorso Novembre all’interno degli Stati Generali dell’educazione ambientale hanno chiamato il mondo della scuola, dell’università, della ricerca e la società civile a confrontarsi sulle migliori modalità per trasmettere ai giovani concetti funzionali allo sviluppo della una sensibilità ambientale.

Pubblicato in Attualità e Politica

Secondo un documento statistico presentato in Parlamento, nella fascia d'età tra i 15 e i 19 anni quasi la metà dei ragazzi, il 49% del campione intervistato, ha ammesso di giocare d'azzardo. Secondo le stime, il 7% di questi giocatori sono definibili "problematici" e il 3% addirittura patologici. Per approfondire l'allarmante tema della diffusione della ludopatia tra i giovanissimi abbiamo interpellato Matteo Iori, presidente del Coordinamento Nazionale Gruppi per Giocatori d'Azzardo (CONAGGA).

Pubblicato in Società

Il presidente di Indire Giovanni Biondi sostiene la necessità di una nuova didattica fuori dagli schemi per la scuola italiana, e chiede di incentivare le piccole e medie aziende per accogliere gli studenti nella fase dell'alternanza scuola/lavoro

Pubblicato in Società

Uno dei compiti primari della scuola è preparare e, quando possibile, introdurre i giovani al mondo del lavoro. Uno degli strumenti più utilizzati per perseguire questo scopo è la cosiddetta alternanza scuola - lavoro: progetti in cui gli studenti delle scuole superiori vengono inseriti in contesti aziendali ancora duranti il corso degli studi. Spesso però, al conseguimento del diploma, il cordone si interrompe e i ragazzi devono affrontare soli il mondo del lavoro. 
Daniele Manni, professore di informatica dell'Istituto Tecnico Commerciale Galilei-Costa di Lecce, ha fatto un passo in più creando una società cooperativa per trasformare la creatività dei suoi studenti neodiplomati in start up, nuove imprese di lavoro, nei campi dell'innovazione e delle tecnologie. Per questa iniziativa è stato nominato l'anno scorso per il prestigioso Global Teacher Prize, il cosiddetto premio Nobel dell'insegnamento.

Pubblicato in Buone Pratiche
La questione è la stessa da anni. Il sistema educativo, il ruolo delle paritarie può essere considerato alla stessa stregua di un esercizio commerciale? Se fanno profitto per la Cassazione sì, ma ora bisogna capire che cosa si intende per profitto e soprattutto va capito che cosa succederebbe se dall'oggi al domani questi istituti chiudessero.
Pubblicato in Attualità e Politica
Pagina 1 di 2

Informazioni aggiuntive