Chiesa

Chiesa (125)

Mons. Matteo Maria Zuppi, Vescovo Ausiliare di Roma responsabile della zona centro, è intervenuto su A Conti Fatti, trasmissione a cura di Economiacristiana.it, trasmessa dalle frequenze di Radio Vaticana Italia.

500kg di alimenti sono stati donati da Papa Francesco alle persone in difficoltà di Tor Bella Monaca seguite dalla associazione Medicina Solidale. Un dono che manifesta una cura non solo a parole di un padre verso i figli bisognosi. L’elemosiniere Mons. Konrad Krajewski sarà il tramite del regalo del Pontefice che, Sabato 21 marzo 2015 dalle ore 9, distribuirà i pacchi viveri presso la sede dell’associazione Medicina Solidale in Via Aspertini 520.

"Le cooperative sfidano tutto, sfidano anche la matematica, perché in cooperativa uno più uno fa tre!" Con queste parole Papa Francesco ha cominciato il suo discorso in Aula Paolo VI, durante l'incontro che ha avuto con circa 7000 rappresentanti della Confederazione delle cooperative italiane: una realtà che costituisce "la memoria viva di un grande tesoro della Chiesa Italiana", la quale ha sempre "riconosciuto, apprezzato incoraggiato l'esperienza cooperativa".

Padre Adriano Sella, coordinatore della Rete interdiocesana Nuovi Stili di Vita, interviene su “A Conti Fatti”, programma realizzato da Economiacristiana.it e trasmesso da Radio Vaticana Italia

Mercoledì, 05 Novembre 2014 00:00

La Diocesi di Roma celebra il Creato

Scritto da

Domenica 9 novembre (Dedicazione della basilica Lateranense, Cattedrale di Roma, e 64ª Giornata nazionale del Ringraziamento) la piazza dei Santi Apostoli ospiterà la prima Giornata diocesana per la custodia del creato.

"Col lavoro non si gioca!": Papa Francesco interviene così al termine dell'Udienza tenutasi Mercoledì 3 Settembre in Piazza San Pietro a Roma. Nel momento dei saluti in lingua italiana ha espresso la sua unione ai recenti interventi del Vescovo di Terni-Narni-Amelia Giuseppe Piemontese che si è pronunciato sulla situazione riguardante la ThyssenKrupp.

Don Valerio Baresi, direttore della Basilica del Sacro Cuore, è intervenuto su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana.

Giovedì, 17 Luglio 2014 11:52

Contemplum, musica e arte per le vie di Assisi

Scritto da

È partita il 14 luglio e si chiuderà il 26 la seconda edizione di Assisi Suono Sacro, il Festival ideato, fondato e diretto dal flautista Andrea Ceccomori e dedicato ad indagare i rapporti fra le arti, in particolare il rapporto fra musica e spiritualità.

In occasione del Convegno "Investing for the Poor", apertosi ieri in Vaticano, promosso dal Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace per individuare vie attuali e praticabili verso una maggiore equità sociale, il Papa ha ricevuto in udienza i partecipanti rivolgendo loro un discorso tutt’altro che banale.

Contro la finanza che affama i popoli il Pontetfice esorta "i Governi a sviluppare un quadro internazionale in grado di promuovere il mercato dell’investimento ad alto impatto sociale".

La riflessione del Pontefice parte dalla critica alla finanza speculativa che fa del profitto l’unico criterio di scelta negli investimenti relegando i risvolti etici e sociali ad elementi di contorno in fase di scelta. E lo fa senza usare mezzi termini: “Non possiamo tollerare più a lungo che i mercati finanziari governino le sorti dei popoli piuttosto che servirne i bisogni, o che pochi prosperino ricorrendo alla speculazione finanziaria mentre molti ne subiscono pesantemente le conseguenze.”

E dove queste speculazioni più chiaramente manifestano la loro disfunzionalità è proprio nell’accesso al cibo:

“In particolare, la speculazione sui prezzi alimentari è uno scandalo che ha gravi conseguenze per l’accesso al cibo dei più poveri. E’ urgente che i Governi di tutto il mondo si impegnino a sviluppare un quadro internazionale in grado di promuovere il mercato dell’investimento ad alto impatto sociale, in modo da contrastare l’economia dell’esclusione e dello scarto.”

Il pontefice invita a valutare con attenzione lo strumento dell’impact investing quale strumento finanziario in grado di bilanciare la necessità di remunerare il capitale investito con quella di creare sviluppo condiviso e bene comune.

L’impact investor si configura come un investitore consapevole dell’esistenza di gravi situazioni di inequità, di profonde diseguaglianze sociali e delle penose condizioni di svantaggio in cui versano intere popolazioni [] Tali investimenti intendono produrre un impatto sociale positivo per le popolazioni locali, come la creazione di posti di lavoro, l’accesso all’energia, l’istruzione e la crescita della produttività agricola. I ritorni finanziari per gli investitori sono più contenuti rispetto ad altre tipologie d’investimento. [] La logica che anima queste forme innovative d’intervento è quella che <riconosce il legame originale tra profitto e solidarietà, l’esistenza di una circolarità feconda fra guadagno e dono>”

Don Giuseppe Dieni, parroco di S. Sperato nella periferia di di Reggio Calabria e autore del libro “La carità. Genesi della dottrina sociale della Chiesa”, è intervenuto durante "A conti fatti", trasmissione realizzata da Economiacristiana.it in onda su Radio Vaticana Italia ogni domenica alle 15.40 e in replica il Luned' alle 11.40.

Informazioni aggiuntive