Mario Draghi a Francoforte: "Jobs Act e riforme hanno creato occupazione"

Scritto da   Martedì, 24 Ottobre 2017 11:43 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)
Foto: UskiL / Pixabay.com

Il presidente della Banca Centrale Europea, Mario Draghi, intervenuto a Francoforte in apertura di una conferenza circa le "riforme strutturali nell'Eurozona", applaude il Jobs Act del governo Renzi. "Le agevolazioni fiscali - ha spiegato Draghi - rafforzano l'efficacia delle riforme strutturali. È stato il caso ad esempio del Jobs Act italiano che è ha generato un aumento di mezzo milione di occupati". Questi i nuovi contratti a tempo indeterminato dal 2015, in gran parte permessi dalle agevolazioni alle imprese per le assunzioni con contratti a tutele crescenti.

Draghi ha poi parlato anche di altri paesi europei come Spagna e Portogallo che, grazie ad altre riforme del mercato del lavoro, hanno ridotto il numero dei disoccupati e, in generale, hanno reso l'occupazione più reattiva alla crescita. "Naturalmente - ha segnalato Draghi - altrettanto fondamentali si sono rivelate le politiche finanziarie e macroeconomiche di sostegno". Il riferimento è ancora una volta diretto alla politica monetaria accomodante, attuata e difesa dal presidente della BCE: "Si è spesso detto che questa politica monetaria scoraggia le riforme, togliendo ai governi la pressione per agire durante i periodi di crisi. Tuttavia la ricerca della Bce non ha mai riscontrato nessuna prova che alti tassi di interesse portino più riforme. Semmai è più probabilmente vero l’opposto; bassi tassi di interesse tendono a favorire le riforme, poiché conducono a un migliore scenario macroeconomico".

Foto: UskiL / Pixabay.com
Letto 72 volte

Informazioni aggiuntive