Pochi giorni fa la Fondazione Sviluppo Sostenibile ha presentato l'annuale rapporto "L'Italia del Riciclo" che fa il punto sull'economia del recupero di materiali come acciaio, carta, vetro e legno, dalla filiera del riciclaggio. Un settore in piena crescita che si basa sia sulle politiche comunali del riciclaggio domestico e urbano, sia su quelle nazionali su scala industriale, rappresentate dai consorzi che raccolgono i materiali di scarto in grandi quantità e li avviano a ridiventare materia prima. Se ne è discusso in "A Conti Fatti" con Emmanuela Pettinao esperta dell'area "rifiuti ed economia circolare" della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile.

Pubblicato in Italianamente
Venerdì, 04 Aprile 2014 00:00

La startup che ricicla bucce di arance

Il progetto creativo ed ecologico di due giovani ragazze siciliane conquista il Trentino

Pubblicato in Ambiente

Le proposte di Legambiente per ridurre lo smaltimento dei rifiuti nelle discariche

Pubblicato in Ambiente

Durante un recente convegno a Roma è stato presentato “L’Italia del Riciclo”, report annuale che fa il punto sulla filiera dei rifiuti e sull'industria italiana del recupero.

Pubblicato in Ambiente

Anche se con ritardi e molte difficoltà, il settore del riciclo sta diventando sempre più strategico per l’economia italiana. Nonostante la crisi, questo settore ha dimostrato infatti, a differenza di altri, di resistere e allo stesso tempo di crescere. In un Paese come il nostro, dove le materie prime scarseggiano, trasformare il rifiuto in una risorsa e quindi in una fonte di ricchezza, diventa sempre più importante. Ad affermarlo lo stesso rapporto “L’Italia del riciclo”, presentato lo scorso 4 dicembre dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile in collaborazione con FISE UNIRE.  Per approfondire l’argomento ne abbiamo parlato con Edo Ronchi, presidente della Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, intervenuto su A Conti Fatti, trasmissione a cura di Economiacristiana.it trasmessa dalle frequenze di Radio Vaticana Italia.

Pubblicato in Ambiente

Anselmo Calò, presidente di FISE UNIRE – Unione Italiana Imprese Recupero, è intervenuto su A Conti Fatti, trasmissione a cura di Economiacristiana.it trasmessa dalle frequenze di Radio Vaticana Italia.

Pubblicato in Economia

Il rifiuto, se riciclato, può assumere nuovo valore e diventare fonte di ricchezza. È il caso degli abiti usati. A Milano ci sono oltre 1.200 cassonetti gialli marchiati “Dona valore” l’iniziativa sulla raccolta degli indumenti usati delle cooperative della RETE R.I.U.S.E., che fa capo alla Caritas Ambrosiana. Le cooperative usano gli abiti così raccolti in diversi modi: Il 68% viene riusato, il 25% viene riciclato e il 7% smaltito definitivamente perché non più riutilizzabile. Ne abbiamo parlato con Carmine Guanci, Vice presidente della società cooperativa Vesti Solidale, intervenuto su A Conti Fatti, trasmissione a cura di Economiacristiana.it trasmessa dalle frequenze di Radio Vaticana Italia.

Pubblicato in Buone Pratiche

La gomma di cui è costituito un pneumatico è un materiale con particolari caratteristiche: elevata capacità di assorbimento degli urti, elasticità e resistenza alle deformazioni, resistenza agli agenti atmosferici. Tali caratteristiche si riscontrano poi nei materiali che vengono realizzati dal suo riciclo. Sono moltissimi gli ambiti di utilizzo di questi materiali derivati dal recupero degli pneumatici fuori uso, tra cui lo sport e il tempo libero. L’utilizzo di questi materiali nell’ambito dello sport ha moltissimi vantaggi, tra cui quello ambientale: in questo modo, infatti, non solo si risolve il problema degli pneumatici abbandonati che sono altamente pericolosi sia per l’uomo che per l’ambiente; ma si riduce il consumo di materie prime vergini utilizzando questo materiale riciclato. Di questo e altro, ne abbiamo parlato con l’Ingegnere Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus, società senza scopo di lucro principale responsabile della gestione degli pneumatici fuori uso in Italia, intervenuto su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana.

 

Pubblicato in Ambiente

Green economy vuol dire anche economia circolare, ossia un’economia in cui tutte le attività produttive siano organizzate in modo che i rifiuti di qualcuno diventino risorse per qualcun’altro. Si tratta di razionalizzare l’utilizzo delle risorse naturali massimizzando il riciclo ed il riuso dei materiali riducendo al minimo le quantità da smaltire. Ne abbiamo parlato con Walter Facciotto direttore generale del CONAI – Consorzio Nazionale  Imballaggi

Pubblicato in Economia
Solo materiali rigorosamente riciclati. È questa la regola principale della Re Boat Race, la regata sostenibile che si è svolta al laghetto dell’Eur a Roma con barche fatte esclusivamente con materiale di recupero. Ci ha parlato di questo particolare evento Stefano Bernardini presidente dell’associazione sportiva dilettantistica Sunrise1, intervenuto su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it in collaborazione con Earth Day Italia ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana.

 

Pubblicato in Ambiente

Informazioni aggiuntive