L'Unione Europea ha disposto che dal 2025 sarà obbligatorio differenziare e raccogliere i rifiuti tessili: quindi vestiti usati, ma anche coperte, lenzuola, teli e tessuti in generale. Il tutto nell'ottica dell'economia circolare che vuole il riuso e il riutilizzo degli oggetti usati.

Pubblicato in Economia

La creatività e l’arte delle mani in mostra a Roma, per (Re)inventare un’economia sostenibile 

Pubblicato in Buone Pratiche

Informazioni aggiuntive