Il Terzo settore nell'Italia unita

Scritto da   Lunedì, 23 Gennaio 2012 14:56 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

Stefano Zamagni professore ordinario di Economia politica presso l'Università di Bologna e presidente dell'Agenzia per il terzo settore assieme ad Emanuele Rossi, professore ordinario di Diritto costituzionale nella Scuola superiore Sant'Anna di Pisa e direttore dell'Istituto di ricerca Dirpolis (Diritto, politica, sviluppo), riflettono sul percorso del Terzo Settore nei 150 anni dell'Unità Nazionale.

Il volume edito dal Mulino racconta la storia del paese dal un punto di vista delle organizzazioni di carità e degli enti non profit.

I saggi raccolti in questo volume rappresentano il contributo che l'Agenzia per il terzo settore ha voluto offrire alle celebrazioni del 150° anniversario dell'Unità d'Italia. Un volume di storia sociale e giuridica che, con sguardo attento all'evoluzione legislativa e della «governance» degli enti non profit, ricostruisce il complesso – ma tenace – percorso della società civile italiana, dalla costituzione dello Stato unitario sino ai giorni nostri.

Dalla «Gran legge» del 1862, a ridosso di un'unificazione faticosamente raggiunta, al 2001 quando è stato introdotto nel testo costituzionale il principio di sussidiarietà, fino agli sviluppi degli ultimi anni il volume, descrive il cammino che il Terzo settore ha compiuto per rispondere ai bisogni dell'uomo e della collettività; naturalmente la strada non è terminata e sicuramente tante altri ostacoli, soprattutto sul piano normativo, dovranno ancora essere superati.

Letto 1701 volte

Informazioni aggiuntive