Quella dei cammini è anche un’economia, che gira intorno a santuari, strutture ricettive, trasporti, ristorazione, beni culturali e produzioni locali. Un’economia florida e organizzata in alcune regioni, come il nord della Spagna e la Toscana, e più improvvisata in altre, che pure si affacciano su itinerari non meno antichi e suggestivi. Il Lazio, da qualche anno, sta cercando di valorizzare il suo sistema di cammini secolari: come il Cammino di Benedetto, da Norcia a Monte Cassino;la via Francigena del nord dalla Tuscia a Roma, quella del sud da Fossanova e Ferentino; e il Cammino di Francesco, da Assisi alla Capitale. Su questo itinerario la Regione Lazio ha finanziato il progetto di quattro comuni della Sabina chiamato “Andar per borghi e per antiche chiese”. Ne abbiamo parlato con Federica Selli, assessore al turismo del Comune di Montelibretti.

Pubblicato in Società

Negli ultimi anni il cammino è stato riscoperto da sempre più persone come attività sportiva, turistica o più semplicemente come un modo per riscoprire se stessi e il proprio rapporto con l’ambiente e le persone che ci circondano. Ma non bisogna dimenticare che anche i cammini moderni rinascono sulle antiche vie di pellegrinaggio e non a caso sono moltissimi i fedeli che li stanno riscoprendo come strumento di riflessione e di preghiera.
Per analizzare in che modo il concetto di pellegrinaggio si sia evoluto nel corso degli ultimi due secoli, “A Conti Fatti”, la rubrica di EconomiaCristiana.it trasmessa da Radio Vaticana Italia 105.0, ha interpellato Daniele Menozzi, professore di Storia Contemporanea presso la Scuola Normale Superiore di Pisa e curatore per Treccani del volume “L'Italia e i Santi, Agiografie, riti e devozioni nella costruzione dell’identità italiana” .

Pubblicato in L'Italia e i Santi

“Sulla strada per Santiago, così come lungo la via Francigena, il pane si divide, le porte non si chiudono, le cose di cui si ha bisogno sono poche, ogni gesto è gratuito: è la scoperta di un altro modo di stare al mondo”.

Protagonisti dei cammini sono i pellegrini, i camminatori, i viandanti. Tante definizioni per altrettante motivazioni che spingono le persone a mettersi in marcia. Ne parliamo con Luigi Nacci, scrittore e poeta, che ha dedicato larga parte della sua vita e della sua opera ai cammini. La frase citata è tratta del suo ultimo libro, “Viandanza, il cammino come educazione sentimentale” (Ed. Laterza, 2016), un testo che riassume la filosofia dell’autore rispetto ai cammini: non una sequenza di tappe da completare per sport o moda, ma un viaggio in se stessi dove l’incontro e la condivisione con gli altri contano quanto, e forse più della meta.

Pubblicato in Intercultura

Il Lazio è un territorio pieno di bellissimi borghi, luoghi interessanti che, all’ombra di Roma e delle sue attrazioni turistiche, stanno andando verso lo spopolamento mettendo a rischio culture, usi e tradizioni popolari.
Una forma di turismo che potrebbe salvarli è quella del cammino, attività che attira sempre più persone che la Regione Lazio ha deciso di incentivare grazie ad una legge, la prima nel suo genere, che si propone di normare il sistema regionale dei cammini.
Su “A Conti Fatti”, rubrica a cura di economiacristiana.it trasmessa da Radio Vaticana Italia interviene la consigliera regionale Daniela Bianchi, promotrice del provvedimento insieme al consigliere Eugenio Patanè .

Pubblicato in Buone Pratiche

Dal 4 ottobre numerosi pellegrini parteciperanno all'evento "Tutti i cammini portano a Roma" percorrendo quattro itinerari storici del Lazio. si raduneranno sabato 8 alla Basilica di San Paolo e il giorno successivo, domenica 9, si recheranno a San Pietro per assistere all’Angelus di papa Francesco. L’iniziativa è stata inserita nella programmazione del Giubileo della Misericordia della Regione Lazio. Quirino Briganti, Coordinatore degli eventi storico, turistico e culturali del Giubileo del Lazio, è intervenuto ai microfoni di "A Conti Fatti" per spiegare l'importanza di questa iniziativa e, in generale, dell'economia dei cammini.

Pubblicato in Buone Pratiche
Domenica, 25 Settembre 2016 16:00

Bisogna credere nell'economia dei cammini

I cammini e le vie di pellegrinaggio che attraversano l'Europa sono opportunità di scambi culturali e di sviluppo delle micro economie locali. Luca Bruschi, Direttore dell'Associazione Europea delle Vie Francigene, è intervenuto su “A Conti Fatti”, programma a cura della redazione di economiacristiana.it, trasmesso da Radio Vaticana Italia ogni domemica alle 15.40

Pubblicato in Economia

80 anni sempre al servizio. L'Opera Romana Pellegrinaggi(ORP) si prepara a divenire ottuagenaria con un vasto numero di iniziative, che porteranno a festeggiare questo compleanno per tutto il 2014. "Il pellegrinaggio non è un prodotto che si vende ma un servizio che si offre", questo il motto di Monsignor Liberio Andreatta, vice-presidente richiamato a inizio anno da Ruini alla direzione dell'ORP come amministratore delegato, in seguito alla "pausa" presa dal a.d. padre Caesar Atuire, tornato in missione in Ghana per un "anno sabbatico".

Pubblicato in Chiesa

Il presidente di NTV, Antonello Perricone, è stato chiaro sulla necessità di un autorità di controllo della concorrenza per quanto riguarda il settore dei trasporti: " Credo che sia improrogabile la necessità di definire una autorità super partes che possa regolare il traffico di questo mercato in concorrenza."

Pubblicato in Attualità e Politica

Informazioni aggiuntive