Intercultura

Intercultura (125)

Re-Lab: start up your business, è un progetto finanziato dall’Unione Europea e dal Ministero dell’Interno al quale ha aderito anche il Consiglio Italiano per i Rifugiati.  Obiettivo del progetto è orientare, formare e supportare all’imprenditorialità i rifugiati. A loro verranno forniti competenze e strumenti utili per l’avvio di attività imprenditoriali. Ne abbiamo parlato con la dottoressa Yasmine Mittendorff del Consiglio Italiano per i Rifugiati, intervenuta su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana.

Lo sport, proprio per i valori che lo caratterizzano, può e deve essere strumento per veicolare l’integrazione e il rispetto dell’altro. Proprio per questo il Coni e il Ministero del lavoro e delle politiche sociali hanno stipulato un accordo di programma in materia di integrazione sociale dei migranti attraverso lo sport. Da questo accordo è nato il Manifesto dello Sport e dell’integrazione. Ne abbiamo parlato con il professor Vincenzo Iaconianni, componente del comitato scientifico che ha redatto il Manifesto e Membro del Cda di Coni Servizi, intervenuto su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana. 

Approfondire l’analisi dei fenomeni sociali legati alle migrazioni e incoraggiare le ricerche sulle politiche migratorie: sono questi gli obiettivi di Metropolis, la Conferenza Internazionale sull’immigrazione, che quest’anno si terrà a Milano e sarà organizzata dalla Fondazione Ismu, Iniziative e Studi sulla Multietnicità. Ne abbiamo parlato con il professor Vincenzo Cesareo, Segretario Generale della Fondazione Ismu, intervenuto su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana  

"Un ruolo più forte del settore privato nel raggiungimento di una crescita inclusiva e sostenibile nei Paesi in via di Sviluppo": questo il titolo della comunicazione della Commissione Europea dello scorso 13 maggio, che sembra più di tutto un invito ed un auspicio. Tra i tanti a cogliere con piacere questa proposizione c'è il  Comitato di Collegamento di Cattolici per una Civiltà dell’Amore, che il 25 giugno 2014 proporrà un convegno presso la sede dell'Unione Europea  a Roma, per continuare a promuovere il suo progetto "L'Europa abbraccia l'Africa".

Domenica, 22 Giugno 2014 16:00

Conoscere la lingua per vivere l’integrazione

Scritto da

Don Milani ha scritto: "solo la lingua rende uguali: uguale è chi sa esprimersi e intende l'espressione altrui". La lingua è uno degli strumenti essenziali per l’inclusione della popolazione migrante, per questo è fondamentale promuovere interventi per il suo apprendimento. Corsi di italiano per stranieri sono solo una delle attività che l’Upter, l’Università Popolare di Roma, organizza per promuovere l’integrazione. Ne abbiamo parlato con Tonino Tosto, vice presidente dell’Upter, intervenuto su A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana   

Con l’obiettivo di fornire una definizione di "lavoratori migranti" ma soprattutto stabilire degli standard internazionali per il loro trattamento, Il 18 dicembre 1990 l'Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la “Convenzione Internazionale sulla Protezione dei Diritti dei Lavoratori Migranti e dei Membri delle loro Famiglie”. Sono passati 25 anni e l’Italia non ha ancora ratificato questa Convenzione. Ne abbiamo parlato con Franco Pittau, coordinatore del Centro Studi e Ricerche IDOS, è intervenuto a A conti Fatti, rubrica a cura della redazione di economicristiana.it ed in onda sulle frequenze della Radio Vaticana

Nel 2013 sono giunti sulle coste italiane 42mila migranti. Sono siriani, eritrei, somali, egiziani, nigeriani, afghani che scappano da guerre e soprusi e tentano il tutto e per tutto su imbarcazioni di fortuna, in molti casi senza nemmeno raggiungere la meta. Più di 20mila sono gli immigrati soccorsi in mare grazie a “Mare Nostrum”, operazione militare umanitaria inaugurata lo scorso 18 ottobre con l’obiettivo della salvaguardia della vita in mare. Dei numeri importanti, soprattutto se pensiamo ai decessi che sarebbero avvenuti se questa operazione non fosse mai partita. Ne abbiamo parlato con Carlotta Sami, portavoce dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati per il sud Europa, intervenuta su "A Conti Fatti", programma realizzato dalla redazione di economiacristiana.it e trasmesso dal canale italiano della Radio Vaticana.  

Sono 12 milioni i Rom e i Sinti presenti in Europa, 180mila dei quali solo nel nostro Paese. Considerati ancora come “nomadi” nonostante la maggioranza di loro vive in vere abitazioni e svolge regolare lavoro, queste popolazioni subiscono ancora atti di discriminazione e di esclusione sociale. Per capire quali strategie attuare per l’inclusione di queste popolazioni, lo scorso 3 aprile è stato organizzato dall’Associazione 21 luglio il convegno “Italia Romanì”. Ne abbiamo parlato con Carlo Stasolla, presidente dell’Associazione 21 luglio, intervenuta su "A Conti Fatti", programma realizzato dalla redazione di economiacristiana.it e trasmesso dal canale italiano della Radio Vaticana. 

L’esperienza artistica può essere un ottimo alleato per combattere l’emarginazione e il disagio sociale, soprattutto all’interno delle scuole. Il progetto MUS-E (Musique Europe - www.mus-e.it) attraverso le varie forme artistiche si propone di insegnare un linguaggio universale finalizzato all’integrazione. Ne abbiamo parlato con Rita Costato Costantini dell’Associazione Mus.e Italia Onlus intervenuta su "A Conti Fatti", programma realizzato dalla redazione di economiacristiana.it e trasmesso dal canale italiano della Radio Vaticana.

Una parte consistenze delle discriminazioni avvenute nel 2013 riguardano l’ambito entico-razziale. Ad affermarlo i dati dell’Unar, Ufficio Nazionale Anti-discriminazioni Razziali, sulla discriminazione etnico raziale presentati a Torino lo scorso 21 marzo in occasione della giornata mondiale contro il razzismo. Ne abbiamo parlato con Paola Di Lazzaro dell’Unar, intervenuta su "A Conti Fatti", programma realizzato dalla redazione di economiacristiana.it e trasmesso dal canale italiano della Radio Vaticana

Informazioni aggiuntive