Treccani regala al Papa il volume "L'Italia e i Santi"

Scritto da   Lunedì, 06 Novembre 2017 17:55 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Nella foto: Massimo Bray, direttore generale di Treccani, illustra il volume "L'Italia e i Santi" a papa Francesco.

In Italia si è dibattuto a lungo sul tema della santità e di quanto quest’ultima si sia intrecciata con la storia della nostra Penisola: una ricca stagione di discussioni e ricerche ha condotto molti osservatori ad evidenziare una stretta connessione tra la devozione e le realtà geografiche italiane. I Santi, infatti, prima e a seguito della loro canonizzazione hanno contribuito fortemente a creare identità marcate nelle comunità a loro devote e di conseguenza hanno reso possibile lo sviluppo di una cultura comune in tutto il Paese. Ancora oggi alcune figure, talmente in sintonia con le aree in cui sono vissute, influenzano profondamente con il loro culto un’ampia fetta di realtà territoriali.

Per tale motivo il sabato antecedente la festa di Ognissanti, il 1 novembre, è stato donato a Papa Francesco il volume “l’Italia e i Santi” edito da Treccani: un testo che indaga su quanto e come il tema della santità abbia influenzato la costruzione di un’identità tutta italiana, e quindi anche europea. Il Pontefice, infatti, ha accolto in udienza privata a Palazzo Apostolico alcuni rappresentati della casa editrice, i quali hanno consegnato il volume nelle mani del Santo Padre. Al Papa è stata regalata una delle 1499 copie numerate del volume, formato da 850 pagine complessive. I 28 saggi che compongono “l’Italia e i Santi” partono dallo studio delle produzioni agiografiche erudite dei secoli XII-XV, passando per la fase di politicizzazione della santità (fu inventato, ad esempio, San Napoleone) fino ai martiri delle due guerre mondiali e ai nostri giorni. Il libro è di enorme portata poiché trattando le vite dei santi sottolinea il rapporto impossibile da scindere tra il mondo della fede e il mondo laico, evidenziando quanto la spiritualità sia stata fondamentale nel corso della storia d’Italia.

Massimo Bray, direttore generale di Treccani, ha illustrato “l’Italia e i Santi” al Papa, mostrandogli alcuni passi e le immagini raffiguranti la vita di San Francesco. Una figura naturalmente non casuale. Il santo di Assisi, infatti, oltre ad essere uno dei massimi ispiratori del Papa stesso, è divenuto prima il simbolo della sua città natia, in seguito un punto di riferimento per il paese intero fino a diventarne patrono. Nella Galleria delle carte geografiche dei Palazzi Vaticani, sulle mappe alle pareti, sono raffigurati diversi santi per ogni regione: c’è sant'Agata che blocca la lava dell’Etna, oppure la manna di sant'Andrea ad Amalfi. I santi venivano percepiti, oltre che come protettori, anche come rappresentati dei territori.
Durante l’udienza, a seguito dell’incoraggiamento del Papa a proseguire questo percorso di approfondimento, Bray ha annunciato che la Treccani nel prossimo futuro pubblicherà un volume incentrato sulla storia di tutte le religioni.

Nella foto: Massimo Bray, direttore generale di Treccani, illustra il volume "L'Italia e i Santi" a papa Francesco.

Informazioni aggiuntive