Cantone dei Grigioni, stop alla centrale a carbone

Scritto da   Mercoledì, 20 Maggio 2015 11:21 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

Stop alla costruzione di una nuova centrale a carbone a Saline Joniche. A dare il secco no Il Governo del Cantone svizzero dei Grigioni, azionista di maggioranza di Repower, azienda che doveva costruire la centrale, e che ha deciso che l’azienda energetica grigionese debba uscire dal progetto

La decisione nasce come conseguenza del referendum popolare del 22 settembre 2013, quando la popolazione grigionese si era detta contraria agli investimenti di Repower nel carbone. Secondo quanto riportato dal sito del governo cantonale, “il Governo si aspetta da Repower AG che in futuro non partecipi più a società con centrali a carbone. Allo stesso modo l'impresa deve abbandonare in modo ordinato e vincolante il progetto concreto di centrale a carbone di Saline Joniche, in Calabria. Secondo il Governo gli sforzi in questo senso devono essere affrontati in modo rapido e serio, così da attuare la volontà popolare espressa”.

Greenpeace, Legambiente e WWF Italia si aspettano che i vertici della società svizzera rispettino immediatamente il chiarissimo mandato datogli dal loro azionista di maggioranza, la popolazione grigionese, e abbandonino il progetto. «La centrale di Saline Joniche, affermano le tre associazioni, è un assurdo di per sé, un progetto che con sprezzo del ridicolo è stato definito da Repower “sostenibile” e “pulito”. Ora il tempo delle chiacchiere e delle mistificazioni è finito:  non c’è più una sola ragione per trascinare avanti un progetto che è stato ormai dichiarato morto». 

Le tre associazioni, inoltre «si augurano che a nessun’altra azienda venga in mente di raccogliere il testimone da Repower e di portare avanti questo sciagurato progetto. Ricordano inoltre che non solo la Svizzera è contraria a centrali a carbone ma anche la Regione Calabria stessa non le preveda nel suo piano energetico.

 

Letto 5579 volte Ultima modifica il Mercoledì, 20 Maggio 2015 11:22

Informazioni aggiuntive