Samanta La Manna

Samanta La Manna

Gestire i parchi in tempo di crisi e con poche risorse impone strategie in grado di costruire sviluppo locale sostenibile. Turismo e agricoltura, cibo di qualità, ospitalità diffusa e recettività sono le vere scommesse che, se potenziate, contribuiranno a rilanciare l’occupazione. Maurizio Gubbiotti, Commissario Straordinario dell’Ente RomaNatura, ha spiegato il decisivo ruolo dei parchi nella green economy.

Massimo Gargano, presidente ANBI, è intervenuto durante lo speciale sul dissesto idrogeologico della trasmissione "A Conti Fatti", programma realizzato dalla redazione di economiacristiana.it e trasmesso dal canale italiano della Radio Vaticana. 

Emilio Ciccarelli, presidente dei dottori agronomi di Napoli è intervenuto su "A Conti Fatti", programma realizzato dalla redazione di economiacristiana.it e trasmesso dal canale italiano della Radio Vaticana

Lo scorso 13 e 14 dicembre si è tenuta a Roma la prima Conferenza su Risorse Naturali ed Ecosostenibilità, organizzata dall’Ordine Nazionale dei Biologi. Moltissimi i temi trattati da relatori esperti, tutti connessi dal file rouge dello sviluppo sostenibile. Abbiamo chiesto a Franco Scicchitano, coordinatore della Commissione  permanente di studio “Ambiente e Territorio” dell’Ordine Nazionale dei Biologi, di raccontare com’è andata e di spiegarci il suo punto di vista sull’attenzione alle risorse naturali

L’Italia del Riciclo, presentata dall’annuale Rapporto pubblicato da UNIRE- Unione Nazionale Imprese Recupero e dalla Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, anche se in crescita in alcuni settori, è ancora fanalino di coda in Europa. Il rapporto racconta che il Bel Paese avvia al riciclo oltre il 65% degli imballaggi, mentre il 43% dei nostri rifiuti urbani è smaltito ancora in discarica. Abbiamo intervistato Corrado Scapino, Presidente Unire, che ha spiegato l’esigenza di normative e misure omogenee su tutto il territorio nazionale per promuovere il riciclo dei rifiuti

 Il Parlamento europeo ha approvato il venti novembre scorso, a grande maggioranza, la riforma della Politica agricola comune (Pac). A lungo attesa, e di importanza fondamentale perché non solo pone quadri di riferimento per i Paesi, ma sostiene economicamente il settore agricolo. Per l’Italia non può che essere punto di partenza per un rilancio completo di quello che è uno dei comparti d’eccellenza della nostra Penisola. Paolo De Castro, Presidente della  Commissione agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento europeo ha raccontato il suo punto di vista  

È ormai chiaro che, al fine di limitare gli impatti dei cambiamenti climatici entro limiti che la società sarà in grado di tollerare, le temperature medie globali devono essere stabilizzate entro due gradi Celsius. La scorsa settimana a Varsavia, durante l’incontro annuale delle parti della Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici si è discusso di quali soluzioni avviare, e di come impegnare, nel 2020, tutti i Paesi a un patto, non solo quadro, ma vincolante. Il parere delle ONG che hanno lasciato i negoziati prima della conclusione dei lavori non è positivo. Abbiamo chiesto al vicepresidente di Italian Climate Network, Federico Antognazza, di spiegare com’è andata

Il settore agricolo necessita di innovazione tecniche  affinché si possa parlare di agricoltura sostenibile, sia dal punto di vista economico che ambientale.  Come è possibile per il comparto rurale italiano, così intriso di tradizione, innovarsi riuscendo a non danneggiare l’ecosistema e non perdere competitività sui mercati che, nonostante la crisi continuano a premiare il cibo made in Italy, assoluta eccellenza della nostra Penisola. Ne abbiamo parlato con Massimo Iannetta, Direttore dell'Unità Tecnica "Sviluppo Sostenibile ed Innovazione del Sistema Agro-industriale" dell'ENEA

Quando si parla di alimentazione, una delle problematiche connesse ha a che fare con gli sprechi alimentari: troppo spesso tanto di quello che acquistiamo finisce nella spazzatura.  Un tema che comporta non solo questioni etiche, ma rappresenta anche un depauperamento di risorse naturali ed economiche. Ne abbiamo parlato con Eva Alessi, responsabile sostenibilità del WWf Italia

Esempio di quell’Italia virtuosa, quella che studiamo e raccontiamo con il sorriso, è il Comune di Capannori, nella provincia di Lucca. Grazie alla lungimiranza del Sindaco Giorgio del Ghingaro, su proposta del maestro di scuola elementare e in seguito vincitore del “Nobel all’Ambiente”, Rossano Ercolini, in Toscana si avvia, per la prima volta in Italia e in Europa, la Strategia Rifiuti Zero.

Informazioni aggiuntive