Nuove regole dell’UE per i pagamenti con carte di credito

Scritto da   dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email

La Commissione Europea sta mettendo in campo nuove direttive sulle commissioni interbancarie riguardanti le operazioni con carta di credito o di debito e sui servizi di pagamento online.

In questi giorni Bruxelles sta elaborando nuove regole in materia di servizi di pagamento con l’obiettivo di aumentare la sicurezza sulle operazioni via internet, abbattere i costi per i dettaglianti e, di conseguenza, per i consumatori.
In particolare, la Commissione europea propone di fissare nuovi limiti per le commissioni applicate dalle banche nel processare i pagamenti tramite carte di credito e di debito.
E’ opportuno ricordare che le commissioni interbancarie sono comprese nei costi che il dettagliante sostiene per poter ricevere pagamenti effettuati con carte sotto forma di aumento dei prezzi al dettaglio; il consumatore non ne è consapevole, ma esse vengono a costare ai dettaglianti, e in ultima analisi ai consumatori stessi, decine di miliardi di euro l’anno.

La direttiva europea mira a limitare i costi allo 0,2% sulle transazioni con carte di debito e allo 0,3% nel caso di carte di credito. Allo stato attuale, da sondaggi ufficiali, pare che le commissioni applicate attualmente dalle banche arrivano fino all’1,5% ed è proprio per questo che, ancora oggi, l’80% circa del totale delle transazioni avviene in Europa tramite contanti, mentre del restante 20% solo la metà avviene con carta di credito.
E’ già ufficiale che, per un periodo transitorio di 22 mesi, i massimali delle commissioni interbancarie sulle carte di debito e di credito si applicheranno alle operazioni transfrontaliere, vale a dire quando il consumatore usa la carta in un paese diverso dal proprio oppure quando il dettagliante si appoggia a una banca di un altro paese.
Trascorso tale periodo, i massimali si applicheranno anche alle operazioni nazionali e sono fissati in percentuale del valore dell’operazione: 0,2% per le carte di debito e 0,3% per le carte di credito.

Informazioni aggiuntive