Alta cucina al femminile

Scritto da   Domenica, 18 Maggio 2014 16:00 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

Si è aperta ieri Culinaria e proseguirà fino a domani 19 maggio. Culinaria è giunta alla nona edizione e presenta quest'anno un programma molto interessante soprattutto per l'argomento scelto “Un fiore in cucina”, inteso sia come utilizzo dei fiori in cucina, sia come elemento femminile, perché Culinaria versione 2014 è essenzialmente dedicata alla donna.

Ne abbiamo parlato con Fabiana Scevola che fa parte dello staff organizzativo di questa manifestazione.

 

Un programma ricchissimo quest’anno, molti chef anche stranieri. Una una versione en rose di Culinaria. 
Assolutamente si. La donna è al centro della nostra manifestazione, interamente dedicata al mondo femminile, si alterneranno 24 chef e non solo.

La cucina la fa da padrona, ma avete dato veramente grande rilevanza e attenzione all'aspetto sociale legato all'universo femminile. Sabato sera è stato presentato uno spettacolo teatrale.
E' uno spettacolo dedicato a un tema attualissimo quale il femminicidio, purtroppo la donna ne è protagonista. Questo spazio è stato creato per far avvicinare i più a questo tema sociale molto diffuso in questo momento.

Le giubbe delle chef hanno uno stilista particolare. Giusto?
Sono state interamente realizzate dalla sartoria che nasce all'interno del Carcere femminile di Rebibbia, quindi sono state le detenute a realizzare personalmente le divise di tutte quante le chef.

Devono essere molto in gamba perché hanno vestito anche Miss Italia.
Si, hanno vestito Miss Italia, Giulia Arena, portando avanti con onore questo tipo di responsabilità e noi abbiamo voluto onorarle anche all'interno della nostra manifestazione.

C'è una cosa che mi colpisce sempre molto quando entro in un ristorante ed è l'accoglienza in sala. Voi parlerete anche dell'accoglienza in sala al femminile anche perché le donne potrebbero avere quel quid in più per l'accoglienza.
Secondo noi le donne hanno una sensibilità maggiore nel far sentire gli ospiti a proprio agio e ricevere un'accoglienza un po' più soft. Anche per questo abbiamo voluto ospitare e comunque dedicare a loro la manifestazione.

Mi occupo spesso di vino e sono tantissimi i nasi e i palati femminili che mostrano una maggiore predisposizione rispetto a quelli maschili.
Noi vogliamo dare un ampio rilievo a questo tipo di aspetto e soprattutto di far venir fuori quanto il ruolo della donna all'interno del mondo dell'enogastronomia, negli ultimi tempi sia andato un po' oscurato dalla presenza maschile più pubblicizzata. In realtà ce ne sono tantissime e svolgono dei ruoli fondamentali e lo fanno al loro meglio.

Avete aperto ieri al mercato rionale della Garbatella. Ne avete fatto un mercato unico, oltre agli show cooking oltre a tutti i vari incontri, tanti prodotti e tante eccellenze. C'è la possibilità per il visitatore di degustare e di fare uno shopping di gusto.
C'è questa possibilità e possono degustare, assaggiare e acquistare direttamente dai nostri produttori tutte le prelibatezze che ci siamo prefissati di selezionare. Oltre agli spettacoli, il teatro e ai cooking show c'è del vero e sano shopping.

Letto 1405 volte

Informazioni aggiuntive