Saporario, ogni ora ha il suo sapore

Scritto da   Domenica, 13 Luglio 2014 16:00 dimensione font riduci dimensione font aumenta la dimensione del font Stampa Email
Vota questo articolo
(0 Voti)

Sono sempre più numerose le guide che riguardano il cibo, il vino che arrivano sulle scrivanie degli addetti ai lavori e il “Saporario" ne è un esempio decisamente originale.
Ne ha parlato intervenendo ai microfoni di “A Conti Fatti”, programma a cura della redazione di economiacristiana.it e trasmesso da Radio Vaticana Italia ogni domenica alle 15.40 ed in replica il lunedì alle 11.35, l’autrice Fernanda D’Arienzo.


Come funziona Saporario? Ci spieghi questa guida.
L'idea è nata dal fatto di voler parlare della città in base alle fasce orarie che ognuno vive dalla colazione fino a tardi. Questa guida già dal nome fa capire il senso della guida stessa, sapore e orario seguendo tutte le fasce orarie dalla colazione, al pranzo, alla merenda, all'aperitivo passando per la cena e poi per i locali che sono aperti fino a tarda sera.

Per la mia generazione esistevano solo due momenti: il pranzo e la cena, invece con questa vostra ricerca avrete avuto modo di appurare che anche dal punto di vista sociale l'approccio con il cibo è cambiato, spalmato nell'arco di tutta la giornata.
Questa guida è nata anche per questo motivo. È cambiato il modo di mangiare delle persone, non si esce soltanto a pranzo o a cena, ci sono anche tanti altri orari in cui le persone visitano o comunque frequentano dei locali che hanno delle offerte poliedriche. Questa guida vuole essere uno strumento adatto per capire Roma e Milano, abbiamo scelto queste due città come inizio, che offrono dal punto di vista delle varie fasce orarie e come è cambiata l'alimentazione delle persone.

In questo momento alcuni locali riescono a sfruttare a pieno questa potenzialità e a connotarsi in un certo modo, cioè il locale specializzato in colazioni, in after theatre e così via?
In effetti ci sono sempre più locali, noi lo abbiamo visto in entrambe le città, che hanno aperto da poco e offrono tante cose, dalla mattina fino alla sera; pochi sono i posti che si sono specializzati in qualche cosa. Sono nati a Roma e Milano locali che offrono dalla mattina alla sera tardi tante cose in modo tale che siano poi le persone a scegliere quando vogliono fermarsi e che cosa mangiare. Quelli un po' più tradizionali faticano secondo me a resistere, anche se per determinati momenti come il pranzo e la cena ovviamente si punta sul ristorante tradizionale che ha un'offerta fissa.

Quindi lei mi conferma questa nuova tendenza di aprire locali all'americana, no stop.
Noi li abbiamo definiti locali poliedrici, perché hanno dalla mattina fino alla sera un'offerta variegata. Le persone oggi non mangiano più con il pranzo e la cena fissi come un tempo, ma hanno voglia di stuzzicare qualcosa, di salato o di dolce in diversi momenti della giornata. Ci sono posti che accanto al panino ti fanno anche il piatto di pasta o un secondo e un dolce.

La tendenza che si riscontra è quella di mangiare meno, ma più spesso?
Volendo la si può vedere anche in quest'ottica. Sono momenti più brevi, poi la cena o il classico pranzo che magari può essere la domenica ci sono sempre, perché poi fermarsi a tavola è anche un momento per socializzare, per fare quattro chiacchiere. C'è bisogno di dedicare il giusto tempo al cibo, ma durante la settimana, quando si lavora e si va di corsa, magari si preferiscono locali di questo tipo; inoltre forse per un pubblico più giovane è meglio un locale che ha un'offerta molto variegata e che propone varie cose. I giovani, adesso, seguono molto gli hamburger, i panini che sono tornati di moda, soprattutto a Milano le paninerie sono tantissime, mentre a Roma resiste molto bene la pizza al taglio, che anche quello è un modo di mangiare veloce e sano.

Letto 1600 volte

Informazioni aggiuntive