La comunità straniera più numerosa in assoluto in territorio italiano è quella dei romeni, la cui immigrazione ha conosciuto un boom dagli anni '90, con la fine della dittatura, e poi dal 2007 con l'entrata della Romania nell'Unione Europea. L'ultimo censimento ha contato oltre un milione di romeni residenti in Italia. Uno degli interventi più delicati al convegno “La Chiesa in ascolto”, durante la Festa dei Popoli svoltasi a Roma alcune settimane fa, è stato quello di Eugen Terteleac, presidente dell'Associazione dei Romeni in Italia, che ha evidenziato elementi di criticità nella convivenza tra italiani e romeni. I tasti più dolenti, per la comunità romena italiana riguardano lo sfruttamento dei braccianti agricoli e la disciplina della tutela familiare nei confronti delle comunità nomadi.

Pubblicato in Società

Sono 12 milioni i Rom e i Sinti presenti in Europa, 180mila dei quali solo nel nostro Paese. Considerati ancora come “nomadi” nonostante la maggioranza di loro vive in vere abitazioni e svolge regolare lavoro, queste popolazioni subiscono ancora atti di discriminazione e di esclusione sociale. Per capire quali strategie attuare per l’inclusione di queste popolazioni, lo scorso 3 aprile è stato organizzato dall’Associazione 21 luglio il convegno “Italia Romanì”. Ne abbiamo parlato con Carlo Stasolla, presidente dell’Associazione 21 luglio, intervenuta su "A Conti Fatti", programma realizzato dalla redazione di economiacristiana.it e trasmesso dal canale italiano della Radio Vaticana. 

Pubblicato in Intercultura

Informazioni aggiuntive